Alla Huawei Global Analyst Conference 2021 tenutasi ieri Shenzhen, il presidente di turno del brand Xu Zhijun ha rivelato alcune informazioni sull’inventario dei chip di Huawei. Secondo lui, tutti i clienti in tutto il mondo stanno “spremendo il loro sudore per Huawei“. Con la società pronta a svelare la serie P50, molti non possono fare a meno di porre una domanda molto importante: per quanto tempo l’inventario dei SoC di Huawei potrà sostenere l’azienda?

Per quanto potrà resistere Huawei sul mercato?

Xu Zhijun ha detto, prima di tutto, che l’inventario dei chip di Huawei può aiutare l’azienda a vivere più a lungo. Ha inoltre affermato che la compagnia è una grande società di approvvigionamento di semiconduttori e la Cina è un enorme mercato di chip:

Potrebbero esserci molte aziende in Cina che sono preoccupate di essere come Huawei in futuro. Con una domanda così ampia, credo che alcune aziende investiranno e troveranno modi per soddisfare le esigenze di Huawei e di altre società nazionali nel campo dei chip. Credo che questo giorno arriverà.

Dalle sue dichiarazioni, sembra che Huawei non stia attualmente rilasciando smartphone per le imprese. La società sta rilasciando i device per rimanere a galla; vuole semplicemente sopravvivere e non rilasciare alcun telefono entro un anno potrebbe distruggere il business degli smartphone dell’azienda.

Secondo Xu Zhijun, le restrizioni statunitensi su Huawei hanno minato il sistema di fiducia della catena industriale globale dei semiconduttori. Questo sta anche causando scorte di panico da parte delle società globali e, alla fine, sta portando a carenze di fornitura di semiconduttori a livello mondiale.

L’OEM cinese ritiene che nessuno possa prevedere come si muoverà il mercato in futuro. Questo perché ci sono così tante incertezze che le aziende devono affrontare. La soluzione di Huawei a questo problema è semplice “ricostruire la fiducia globale e ripristinare la cooperazione nella catena industriale globale”. Tuttavia, chi se ne assumerà la responsabilità? Questa è una domanda che richiede una risposta.

Inoltre, Xu Zhijun ha affermato che Huawei non lascerà presto l’elenco delle entità statunitensi. Al contrario, afferma che Huawei ne è a conoscenza e che la società ha dei piani in atto per questo.

Il dirigente infine, ha affermato che l’obiettivo di Huawei nel 2020 è stato quello di sopravvivere. Nel 2021, l’obiettivo rimane lo stesso: sopravvivere. Ha detto:

Speriamo che quest’anno abbiamo ancora tempo per pensarci e vedere se possiamo vivere meglio. Dopo aver verificato, abbiamo scoperto che c’è ancora speranza di sopravvivenza, ma speriamo di vivere meglio.

Fonte:Gizchina