Nintendo ha venduto 6,86 milioni di console Switch tra luglio e settembre, aumentandone il numero di oltre il 40% su base annua e raggiungendo i 68,3 milioni di unità vendute dal suo lancio avvenuto ben tre anni fa, nel 2017.

Nintendo Switch non invecchia e fa il botto di richieste

Si tratta di una crescita impressionante per l’azienda, se consideriamo che nello stesso trimestre dello scorso anno non sono state mancate le novità, considerato il lancio della variante Switch Lite più economica e riuscendo ad aumentare le spedizioni di Nintendo di oltre il 50 percento nel 2018.

La cifra fatta registrare dalla Nintendo Switch rappresenta un miglioramento rispetto al trimestre precedente, nel corso del quale il colosso tecnologico ha venduto 5,68 milioni di console. Il titolo Animal Crossing: New Horizons ha rappresentato un importante motore di spinta con più di 10 milioni di copie vendute ed ha continuato ad esserlo anche nell’ultimo trimestre raggiungendo i tre milioni e mezzo di unità. Le vendite complessive hanno cosi raggiunto quota 26,04 milioni di copie, diventando il secondo gioco per Switch più venduto dopo Mario Kart 8 Deluxe.

Nintendo Switch

Nell’ultimo trimestre sono stati altri due i titoli trainanti e che hanno già ottenuto un discreto successo. Tra questi troviamo Super Mario 3D All-Stars che ha raggiunto quota 5,21 milioni di copie entro la fine del mese di settembre, mentre Paper Mario: The Origami King si attesta sulle 2,82 milioni di unità.

Nintendo ha notevolmente aumentato le sue previsioni relativamente all’anno finanziario grazie alle sue notevoli performance di vendita ed avrebbe previsto di raggiungere i 450 miliardi di yen di utile operativo entro la fine del mese di marzo del prossimo anno. Si tratta di un aumento del 50% rispetto ai 300 miliardi di yen previsti a maggio. La società ha già realizzato i 291,4 miliardi di yen (2,79 miliardi di dollari) di utile operativo durante i primi sei mesi dell’anno. Nintendo prevede inoltre di vendere 24 milioni di console Switch nel corso di quest’anno fiscale, rispetto ai 19 milioni.

Nintendo cercherà di continuare su questo trend positivo anche nel corso dell’ultimo trimestre che condurrà alle festività natalizie, dove dovrà affrontare una maggiore concorrenza considerato il lancio della nuova PlayStation 5, dell’Xbox Series X e dell’Xbox Series S. Nel frattempo, negli ultimi mesi, la casa giapponese ha rilasciato il prequel di Breath of the Wild, il sequel di Hyrule Warriors Age of Calamity.

Nei prossimi mesi, la competizione si farà sempre più agguerrita ed alcuni rapporti hanno affermato che Nintendo starebbe pianificando una nuova Switch aggiornata e che potrebbe vedere la luce all’inizio del 2021 assieme all’arrivo di diversi nuovi titoli da giocare.

Fonte:THEVERGE.COM