Le importazioni di semiconduttori cinesi registrano un leggero calo ad aprile, mentre le vendite globali di chipset rimangono ancora molto forti.

Importazioni di semiconduttori: una rapida panoramica

Secondo quanto si apprende, sembra che l importazioni di semiconduttori dalla Cina abbiano visto un modesto calo nel mese di aprile, scendendo dal massimo storico registrato nella regione il mese scorso.

Secondo un rapporto dell'SCMP, le ultime cifre sono state rivelate dalle autorità doganali della nazione, poiché la carenza di semiconduttori colpisce varie industrie in tutto il mondo. Secondo i dati rilasciati dall'Amministrazione generale delle dogane, la Cina ha spedito 54,7 miliardi di unità di semiconduttori nel solo mese di aprile. Questi valevano 33,1 miliardi di dollari USA. Ciò ha permesso di segnare un leggero calo del 7% su base trimestrale; a marzo infatti, sono state spedite ben 58,9 miliardi di unità di SoC.

Tuttavia, c'è stato ancora un aumento del 23% rispetto allo stesso mese del 2020, che ha visto salire il numero delle importazioni da 27 miliardi di dollari USA a 44,4 miliardi di unità.

In particolare, anche le importazioni di semiconduttori del Paese sono aumentate del 30,8% quest'anno rispetto allo stesso periodo dell'anno. scorso. Le vendite durante questo periodo hanno raggiunto le 210 milioni di unità, per un valore di 126 miliardi di dollari USA soltanto nei primi quattro mesi.

Questa notizia arriva mentre il mondo deve affrontare una carenza globale di semiconduttori che ha causato problemi nella produzione di automobili, smartphone, computer e persino elettrodomestici.

Nel 2020, le entrate del mercato globale dei semiconduttori erano aumentate del 10,8%, raggiungendo i 464 miliardi di dollari USA. Questo valore dovrebbe crescere ulteriormente quest'anno a causa dell'accelerazione della domanda di chip nonostante la crisi in corso. Si prevede che l'industria vedrà una crescita complessiva del 12,5%, raggiungendo i 522 miliardi di dollari USA quest'anno grazie alla crescita dei prodotti di consumo, dell'informatica, del 5G e delle applicazioni automobilistiche.

Fonte:SCMP