La GSM Association ed i maggiori produttori di telefonia mobile hanno stabilito una serie di misure di vasta portata per scoraggiare i furti dei cellulari ed il loro riutilizzo. Saranno potenziati sia l’EIR (Registro delle Identità delle Apparecchiature) che il database degli IMEI dei telefoni rubati, in modo che gli operatori GSM possano implementare misure per impedire l’utilizzo sulle reti degli apparecchi rubati. Anche i produttori hanno dato il loro consenso a verificare al momento della produzione la presenza di eventuali ‘fallÈ di sicurezza sugli apparecchi, uno dei motivi per la poca efficacia dei registri delle identità.

‘L’impegno da parte dei produttori e la continua espansione dei database di GSM Association rappresentano elementi critici per contrastare il problema dei furti, ma sono solamente parte della soluzione globale. Vorremmo vedere un avvicinamento più esauriente anche da parte dei governi, un po’ come si è visto in Gran Bretagna’, ha commentato Rob Conway, CEO della GSM Association