Continua il processo di scoperta dell’hardware di iPhone 6s. Dopo aver letto cosa si nasconde nella parte posteriore, che rimane perlopiù invariata rispetto a iPhone 6 e 6 Plus, 9to5mac ha ricevuto altre fotografie del prossimo top di gamma di Apple, che mostrano l’unità della memoria interna, il chip NFC e altri elementi del design.

L’hardware è stato leggermente rivisto in modo da occupare meno spazio. Il principale obiettivo di Apple è stato quello di racchiudere maggiore potenza rispetto all’attuale generazione sul mercato ma in un corpo leggermente più sottile: si parla di un miglioramento quasi impercettibile di 0,13 mm. Sotto la scocca troverà spazio un nuovo chip NFC, fornito da NXP, modello 66VP2, un’evoluzione rispetto al modello 65V10 di iPhone 6.

Chip NFC iPhone 6s
Chip NFC iPhone 6s

Al fine di ridurre e ottimizzare le dimensioni del dispositivo, l’azienda di Cupertino, secondo queste immagini, avrebbe ridotto da 10 a 3 i componenti presenti sulla scheda logica, migliorando allo stesso tempo l’efficienza di quelli rimasti. Componenti come CPU e memoria flash sono stati prodotti con processi di fabbricazione migliori, che hanno permesso agli ingegneri di usufruire di funzionalità hardware superiori.

La memoria interna di iPhone 6s
La memoria interna di iPhone 6s

Le foto mostrano una versione da 16GB di memoria interna, il che suggerisce che Apple possa aver usato questo modello come prototipo. Le precedenti indiscrezioni avevano suggerito che la società californiana volesse abbandonare questa versione, spostando il modello da 32GB come offerta più economica, salendo fino a 64 e 128GB. Queste foto non confermano né smentiscono tale possibilità: come detto, Apple potrebbe aver usato tale modello solo come prototipo e non sarebbe la prima volta che si muove in questo modo.

Infine, farà piacere agli utenti sapere che, alla luce del design praticamente identico, iPhone 6s e 6s Plus dovrebbero essere compatibili con gli accessori di iPhone 6 e 6 Plus in quanto non ci sono evidenti modifiche sostanziali all’estetica del dispositivo.