Spunta fuori un nuovo problema relativo alla fotocamera dei nuovi iPhone 12; uno dei principali fornitori infatti, sembra che stia affrontando diverse problematiche legate alla qualità dei sensori. Nonostante ciò, secondo l’analista di Apple Ming-Chi Kuo sembra che non vi saranno ulteriori ritardi al programma di lancio dei nuovi melafonini.

iPhone 12: problemi con i fornitori di fotocamere

Stando all’ultimo rapporto pubblicato da Kuo, si nota che Genius Electronic Optical stia riscontrando delle criticità con il rivestimento incrinato sull’ottica grandangolare del modulo fotografico, progettato per i modelli basic della line-up (quelli “non Pro”, per intenderci).

I problemi sono stati riscontrati nei test ad alta temperatura e con un’alta percentuale di umidità (HTHH) e, a conti fatti, rischiano di ostacolare la capacità del produttore nel fornire i chipset ad Apple. Se Genius non dovesse risolvere il problema, Apple sarà costretta a rivolgersi ad un altro fornitore (forse Largan), pur mantenendo i rapporti e la collaborazione con il primo. Di contro, quest’ultimo si vedrebbe perdere il 30% sul totale dell’ordine per risarcimento dei danni ad Apple.

Sulla catena di produzione sembra che ci sarà un ritardo di qualche settimana, ma non così esagerato come si ipotizzava in precedenza. Lo slittamento sarebbe solo di qualche settimana nelle vendite, mentre il keynote si dovrebbe tenere (online) per il mese di settembre. Secondo i leaks trapelati, in prima istanza saranno disponibili solo i modelli da 6,1”; in un secondo momento arriveranno gli inediti da 5,4” e da 6,7”.

Fra le novità principali da annoverare, citiamo un nuovo design per tutta la gamma (molto simile a quello visto su iPhone 4 e iPad Pro 2018-2020), il modulo 5G per la serie Pro, pannelli OLED su tutti i telefoni della line-up 2020, refresh rate da 120 Hz e un notch sensibilmente più piccolo rispetto al passato. iPhone 12 Pro e 12 Pro Max disporranno anche dello scanner LiDAR unitamente alle tre lenti e flash LED presenti sulla back cover.

Fonte:Gizmochina