Il CEO di Intel ritiene che la carenza globale di chip con cui il mondo sta attualmente lottando potrebbe potenzialmente durare per un altro paio di anni. Il dirigente dell’azienda ritiene che il problema potrebbe accompagnarci ancora a lungo.

Secondo Intel, c’è bisogno di più strutture per i chip

Secondo un rapporto del WallStreetJournal, l’alto funzionario ha rilasciato la dichiarazione durante il recente rapporto sugli utili. Pat Gelsinger, CEO del gigante dei semiconduttori, ha affermato che “Questo è un anno fondamentale per Intel“, dopo che la società ha registrato un utile trimestrale più debole. Gelsinger ha affermato che i vincoli di fornitura che hanno già colpito vari settori in tutto il mondo continueranno fino a quando non saranno costruite strutture che possano garantire forniture aggiuntive. Queste nuove capacità potrebbero contribuire ad alleviare la carenza di chip e aiutare l’offerta a raggiungere la domanda.

I chipset prodotti attutiranno il colpo che ha colpito le automobili e i prodotti elettronici di consumo. In un’intervista, Pat ha detto che “Ci vorrà del tempo prima che le persone possano mettere più capacità nel terreno. È solo così quando costruisci nuove fabbriche“.

Per chi non lo sapesse, la carenza globale ha già interrotto la produzione in numerosi settori che ha portato all’arresto della produzione di automobili e persino di alcuni elettrodomestici.

Recentemente, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha incontrato vari giganti della tecnologia e aziende basate sui semiconduttori per affrontare il problema e ha persino promesso 50 miliardi di dollari USA per aiutare l’industria dei semiconduttori. Secondo Gelsinger, “L’investimento necessario alla scala richiesta è immenso“. Pat ha anche promesso di avere una certa capacità di produzione resa disponibile per aiutare ad alleviare la carenza di chip. Come andrà a finire questa storia?

Fonte:Wall Street Journal