Android non è un sistema operativo buono solo per smartphone, tablet e phablet. Lo abbiamo visto infatti montato su altri dispositivi, come proiettori, notebook e set top box. Parecchi produttori cinesi si sono lanciati proprio nella produzione di quest’ultimo tipo di device che fanno da estensione intelligente a quei televisori LCD che mancano di funzionalità “smart”. Tra questi, ad esempio, sono famosi MeLE e Minix.

Oggi però vogliamo parlarvi di Unuiga, un altro brand cinese per il momento poco noto fuori dai confini nazionali. Negli anni scorsi ha già prodotto set top box con Android, per cui ha dalla sua una certa esperienza in materia. Il suo nuovo media player è uno dei pochi che può vantare il sistema operativo di Google in versione Lollipop – 5.1.1 per la precisione. Ma questa non è l’unica caratteristica interessane del device. Molto valido è anche il processore: un RockChip modello RK3368. Questo recente SoC, formato da 8 core di tipo Cortex A53 a 64-bit (cloccati a 1,5GHz) e realizzato con un processo produttivo a 28nm, per la grafica integra una GPU di tipo PowerVR G6110. Oltre a ciò, il chip è dotato anche del supporto per le tecnologie OpenGL ES 1.x/2.0/3.x, OpenGL 3.2, DirectX 9.3, OpenCL 1.2 EP e Renderscript.

Tutta questa tecnologia permette al dispositivo di eseguire in maniera fluida i video con risoluzione 4K a 60 fotogrammi per secondo, tant’è che la caratteristica è stampigliata orgogliosamente sulla parte alta dello chassis di plastica.

Ma non finisce qui. Il settore connettività di questo tv-companion è molto ricca: oltre il connettore per l’alimentazione, sul retro dello scatolotto troviamo infatti 3 porte USB, una uscita ottica per l’audio, una uscita HDMI (full size) e una porta LAN. Sul fianco, poi, prende posto anche una fessura che ospita il lettore di schede di memoria di tipo microSD. Ovviamene il dispositivo può usare le reti Wi-Fi, anzi fortunatamente sul retro è provvisto di un’antenna fisica dual band, il che migliora di molto la ricezione del segnale. Cosa da tenere in considerazione, dal momento che molti apparecchi con la stessa funzione peccano proprio nella difficoltà di restare connessi alle reti wireless.

Sul pannello frontale del dispositivo, a parte il led di accensione, è situato anche un timer a cristalli liquidi rossi, che ricorda tanto le sveglie e i videoregistratori degli anni ’90.
Unuiga ha sviluppato anche una interfaccia grafica proprietaria per permettere all’utente un più facile accesso alle app attraverso il telecomando a infrarossi (che potrebbe essere già incluso nella confezione di vendita). Tra le app installate va segnalata la presenza dell’app store ufficiale Android (Google Play) e di Kodi (l’ex XBMC), uno dei mediacenter multipiattaforma più diffusi e amati dai cinefili e maniaci di serie tv.

La messa a punto del device pare sia stata ultimata, anche se sul sito ufficiale non si fa ancora menzione di questo prodotto. Pronto per la produzione di massa, dunque, nonostante non ne conosciamo nemmeno il nome ufficiale con cui sarà commercializzato. La vendita all’utente finale non è ancora prevista, al momento. Tuttavia i distributori possono già prenotare lotti di almeno 1000 unità per riuscire a spuntare così un prezzo che si aggira intorno ai 59 dollari (cadauno).

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum