Secondo quanto si apprende in rete, sembra che le vendite globali di smartphone siano diminuite del 5% nel quarto trimestre dello scorso anno. Di fatto, un nuovo rapporto ha appena rivelato che il mercato globale degli smartphone ha visto un leggero calo negli ultimi mesi del 2020. Si legge che, mentre il periodo che va da ottobre a dicembre dello scorso anno ha registrato un calo del 5,4%, le vendite annuali complessive sono diminuite del 12,5%.

Il 2020 ha visto un declino delle vendite del mondo della telefonia

Secondo Anshul Gupta, direttore della ricerca senior di Gartner, si legge:

Le vendite di più smartphone 5G e smartphone di fascia medio-bassa hanno ridotto al minimo il declino del mercato nel quarto trimestre del 2020. Anche se i consumatori sono rimasti cauti nella spesa e hanno alcuni acquisti discrezionali, smartphone 5G e funzionalità di fotocamere professionali hanno incoraggiato alcuni utenti finali ad acquistare nuovi smartphone o aggiornare i loro attuali smartphone nel trimestre.

Inoltre, Apple è stata il miglior venditore di smartphone durante l’ultimo trimestre dell’anno superando Huawei e occupando il secondo posto nella classifica dei marchi di smartphone per l’intero anno 2020. Nell’ultimo trimestre, la serie iPhone 12 del gigante di Cupertino ha aiutato l’azienda a raggiungere una crescita a due cifre, cosa che gli ha anche consentito di surclassare anche Samsung , divenendo il principale fornitore di smartphone durante il periodo ottobre-dicembre.

Cosa curiosa: l’ultima volta che Apple ha guidato il mercato della telefonia è stato nel quarto trimestre del 2016.

Samsung è ancora in testa alla classifica annuale dei fornitori di smartphone. Tuttavia, l’anno scorso ha registrato un calo del 14,6% su base annua. Nonostante il declino e l’intensa concorrenza dei players cinesi come OPPO, Vivo e Xiaomi, il colosso sudcoreano è riuscito a mantenere il primo posto. È interessante notare che Apple e Xiaomi sono stati gli unici due marchi a registrare una crescita. Nel frattempo, Huawei ha assistito al calo più elevato tra tutti gli altri fornitori, nonostante il CEO dell’azienda ha ribadito che vi è stata una leggera crescita nel 2020 nonostante le sanzioni e i ban statunitensi.

Fonte:Gartner