Dopo l’affermazione di Jorma Ollila, presidente
di Nokia, secondo cui i telefoni cellulari domineranno il mercato dei servizi
Internet, anche Alan Kessler, presidente di Palm Computing, ha voluto esprimere
la propria opinione.

Secondo Kessler i cellulari non diventeranno mai
il dispositivo standard con cui accedere ai servizi Internet, a causa delle
ridotte dimensioni degli schermi a cristalli liquidi e per le ridotte capacità
di elaborazione delle informazioni.

Il futuro per Kessler sarà dei computer
palmari (non dimentichiamo che Palm Computing, di cui Kessler è il presidente,
è uno fra i più noti produttori di questi dispositivi portatili),
strumenti molto più intuitivi da utilizzare ed in grado di visualizzare
ed elaborare grandi quantità di informazioni.

Per il presidente di Palm Computing alla fine sarà
più pratico possedere sia un telefono cellulare che un computer palmare.
La diffusione della tecnologia Bluetooth, per connettere senza fili i dispositivi
mobili, semplificherà notevolmente le procedure di trasferimento delle
informazioni.