Torna ad imporsi il nome di Atari, azienda storica nel settore dei videogiochi, questa volta grazie ai cellulari e al crescente interesse nei confronti dei vecchi giochi, adattati per i display dei telefonini che, per risoluzione e capacità grafiche, non hanno nulla da invidiare alle console arcade dello scorso decennio. Negli ultimi due anni Atari è riuscita a stipulare una serie di accordi strategici, per offrire in licenza la possibilità di realizzare versioni per cellulari dei propri giochi più famosi da distribuire sui mercati europei, asiatici e statunitensi. Al momento sono ben otto le licenze concesse da Atari ad altrettante aziende, che hanno portato al remake di decine di vecchi giochi per cellulari.

‘La distribuzione di giochi sui cellulari ha un potenziale enorme, il cui successo è determinato dai giusti contenuti. Nonostante si tratti di un settore agli esordi, le previsioni sono entusiasmanti, con quattro miliardi di cellulari e ricavi per quasi due milardi di dollari in soli due anni’, ha dichiarato Bruno Bonnell, presidente ed amministratore delegato di Atari.