Secondo quanto si apprende, sembra che Huawei abbia intenzione di sviluppare delle strade intelligenti che possano interagire da sole con le auto senza l’ausilio del conducente. Di fatto, mentre l’idea dell’auto a guida autonoma è un concetto facile da capire, le strade intelligenti sono un po’ più complicate. Testualmente, una vettura autonoma è un veicolo che agisce e si sposta senza bisogno dell’interazione umana. La “smart road” invece, indica una tecnologia interconnessa che supporta le auto senza conducente.

Huawei: la tecnologia per le auto a guida autonoma

Nella città di Wuxi, nella provincia cinese di Jiangsu, l’azienda pare che stia lavorando sulle prime strade intelligenti al mondo. Il gigante tecnologico sta testando l’infrastruttura alla base di questo concetto su un tratto di strada di quattro chilometri, dove un autobus a guida autonoma corre avanti e indietro, superando ostacoli, accelerando e decelerando, effettuando fermate e altre attività basandosi sulle informazioni che riceve dai sistemi stradali smart intorno ad esso. In parole povere: sensori, telecamere, radar e altro ancora incorporati nella strada, nei semafori, nei segnali stradali e in altre aree aiutano il veicolo a spostarsi, trasmettendo al tempo stesso, informazioni chiave.

Utilizzando un concetto ancora più semplice: la strada intelligente “dialoga” con l’autobus autonomo. Questo progetto è stato sviluppato e gestito da Huawei e dai suoi partner, e fa parte del primo progetto nazionale del paese per veicoli intelligenti e connecter, secondo un rapporto di Bloomberg. Quest’iniziativa rientra nei piani della Cina di rendere le sue strade più sicure e contribuire a rendere anche il traffico più fluido. Allo stesso tempo, questo progetto offre anche alle sue società locali (come Huawei) l’opportunità di trarre vantaggio dal fornire al governo l’infrastruttura di supporto.

Secondo Jiang Wangcheng, presidente del business delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione di Huawei:

La guida autonoma è una tendenza irresistibile, ma qualsiasi veicolo isolato da solo non può inchiodarla. L’unica soluzione è ottenere maggiori informazioni dalle strade. Sensori, telecamere, radar incorporati in strade, segnali stradali, semafori, fermate degli autobus.

L’autobus a guida autonoma si chiama X-Bus ed è collegato ad una rete di controllo dei trasporti, attraverso la quale si stabilisce una forma di comunicazione bidirezionale per decidere ogni azione intrapresa sulla strada intelligente. Questo significa anche che, invece di realizzare un’auto intelligente, Huawei si sta orientando maggiormente verso la fornitura di apparecchiature di comunicazione e software per soluzioni intelligenti per i veicoli.

Fonte:Gizmochina