A poche ore dalla presentazione di Huawei P30 Pro, il sito DxOMark ha pubblicato la propria recensione. Ovviamente il focus è sulle prestazioni offerte dal comparto fotografico e l’esito è piuttosto favorevole al nuovo top di gamma dell’azienda cinese, disponibile per l’acquisto a partire da oggi anche in Italia.

Huawei P30 Pro: il voto di DxOMark

Il portale ha posizionato Huawei P30 Pro al vertice della classifica relativa al segmento mobile, assegnandogli complessivamente 112 punti e scalzando dal gradino più alto del podio dispositivi come P20 Pro, Mate 20 Pro e il concorrente Galaxy S10+, tutti e tre fermi a quota 109 punti.

Lanciato quasi esattamente un anno dopo il predecessore P20 Pro, il nuovo Huawei P30 Pro annunciato ieri a Parigi è dotato di una configurazione formata da quattro fotocamere posteriori (considerando il sensore Time of Flight) progettata per offrire importanti miglioramenti sia rispetto al già citato P20 Pro sia nei confronti di quanto visto con il modello Mate 20 Pro.

La fotocamera principale è dotata di un sensore f/1.7 da 40 MP che produce immagini in uscita da 10 MP. L’obiettivo da 27 mm equivalente ha un’apertura f/1.6 e stabilizzazione ottica, novità per una tale dimensione del sensore e, soprattutto, per uno smartphone. Grazie a una distanza minima di messa a fuoco di 25 mm, la fotocamera da 20 MP supergrandangolare (equivalente a 16 mm) è in grado di catturare scatti macro, ma l’innovazione più interessante è la stabilizzazione impiegata con l’ottica folded per ottenere un obiettivo con zoom ottico 5x (equivalente a 125 mm).

Oltre allo zoom ottico 5x, il P30 Pro è in grado anche di raggiungere un ingrandimento ibrido 10x e digitale 50x. Una caratteristica che ha convinto i recensori di DxOMark, portandoli a dichiarare come il nuovo dispositivo Huawei, grazie proprio alla configurazione dello zoom, sarebbe in grado di competere con le fotocamere compatte.

Per quanto riguarda i video, P30 Pro sembra migliorato rispetto al predecessore e ai concorrenti. Pare infatti convincere i tecnici di DxOMark anche sotto questo punto di vista, pur presentando una resa cromatica non sempre al top. Riportiamo in chiusura le specifiche complete del comparto fotografico posteriore.

  • Principale: 40 MP, sensore RYYB quad 1/1.7-inch, obiettivo con apertura f/1.6, OIS, lunghezza focale equivalente a 27 mm;
  • Teleobiettivo: sensore da 8 MP, ottica con obiettivo con apertura f/3,4, OIS, lunghezza focale equivalente a 125 mm;
  • Supergrandangolare: 20 MP con apertura f/2.2, obiettivo equivalente a 16 mm, autofocus PDAF;
  • modulo Time-of-flight (ToF);
  • Flash LED
Fonte: Dxomark