Il gigante della tecnologia cinese Huawei sembra che stia preparandosi per portare sul mercato la futura gamma di flagship appartenente alla serie Mate 40. Sebbene manchino ancora diversi mesi prima del debutto ufficiale, iniziano a circolare in rete i primi rumor a riguardo. Quest’oggi, il leaker @Rodent950 su Twitter, avrebbe affermato che, fra le specifiche tecniche del display della nuova generazione di smartphone premium, vi sarebbe il refresh rate a 90 Hz.

Huawei Mate 40: verrà presentato in ritardo?

Secondo il tipster infatti, Huawei starebbe utilizzando una “strana risoluzione” per i nuovi Mate 40, testando entrambi le modalità di riproduzione dei contenuti a 90 e a 120 Hz. Tuttavia, considerando l’impegno dell’OEM nella realizzazione di device dall’ampia autonomia, probabilmente opterà per abolire i 120 Hz. Secondo prassi, l’azienda lancerà i dispositivi in autunno con a bordo i nuovi chipset Kirin 1000 (o 1020, naming ancora da decidere).

In questi mesi il produttore cinese è stato al centro di numerose vicissitudini e, attualmente, la società sta ancora affrontando diversi divieti provenienti dagli USA che stanno rallentando l’attività stessa nella commercializzazione globale, soprattutto al di fuori del territorio asiatico.

Di fatto, a causa del divieto da parte del Governo americano di commercializzazione con Huawei, molte aziende hanno perso un valido partner e cliente per i loro prodotti. Pensiamo a TSMC, la quale ha dovuto stringere un nuovo accordo per MediaTek per ovviare ai mancati ricavi dall’ordine annullato di chipset per HiSilicon.

Secondo @Mobile Wafer Darren, Huawei avrà bisogno di numerosi chipset da 5, 7, 16 e 28 nanometri, oltre che dei nuovi chipset Bluetooth per le cuffie TWS di futura uscita. Sebbene la produzione per il Mate 40 non subirà ostacoli, il pericolo è palese per i nuovi prodotti del marchio. Un report trapelato in queste ore però, afferma che:

Sebbene gli Stati Uniti abbiano imposto ulteriori sanzioni a Huawei a maggio, prometto che Huawei rilascerà il telefono cellulare Mate 40 con il processore Kirin con processo costruttivo a 5 nm, come programmato per ottobre. Nel quarto trimestre, siamo in grado di fornire circa 8 milioni di telefoni cellulari Mate 40.

Il chipset di futura uscita avrà un’architettura CPU Cortex A77 (o A78), unitamente ad una GPU Mali G77 (o G78). Tale combinazione garantirà prestazioni migliori per la riproduzione dei contenuti fino a 120 Hz, Sulla nomenclatura del processore c’è molta confusione; secondo alcuni rumor potrebbe chiamarsi Kirin 1000, secondo altri, Kirin 1020.

Fra le ultime specifiche trapelate infine, citiamo le lenti freeform (a forma libera) di cui disporrà la variante premium della gamma Mate 40. L’hype cresce sempre più; curiosi di conoscer i nuovi smartphone del marchio?

Fonte:Twitter Rodent950