Nonostante le ultime speculazioni a riguardo, sembra proprio che Huawei Mate 40 non disporrà della fotocamera sotto al display. Questa indiscrezione ci arriva direttamente da Changan Digital Jun, noto tipster cinese.

Huawei Mate 40: selfiecamera classica, purtroppo

Il leaker ha fornito le informazioni tramite Weibo, poiché afferma di essere entrato in contatto con l’ultima versione del prototipo del Huawei Mate 40, il quale non godrà dell’innovativa (e chiacchieratissima) selfiecam posta sotto allo schermo.

Da quando Visionix ha annunciato la sua disponibilità nel produrre in serie la sua soluzione di chipset fotografici sotto al display, abbiamo visto un susseguirsi inesauribile di vari rumors che prevedono l’arrivo della nuova tecnologia sui futuri flagship cinesi. Adesso la smentita ufficiosa non ufficiale.

Di fatto, una tale caratteristica, unitamente ad un marketing di un certo livello, sarebbe un’incredibile punto di forza per il colosso cinese, ma per il momento tale feature non sembra rientrare nei piani della compagnia.

Varie fonti hanno affermato che la suddetta tecnologia non è ancora pronta per l’uso, nonostante l’affermazione di Visionix. D’altro canto, aziende come OPPO e Xiaomi, hanno dichiarato per certo che il mondo è ancora lontano dal veder un esemplare funzionante e privo di bug pronto per un uso commerciale, nonostante un primo prototipo visto lo scorso anno.

Non a caso, il primo Mi Mix di Xiaomi potrebbe (sulla carta) esser il primo dispositivo a godere della fotocamera under-display. In poche parole: vedremo nel 2020 un device così? La speranza c’è, la carte in tavola anche; ciò che manca è la concretezza di un prodotto realmente funzionante.

Per quanto concerne il Mate 40, non conosciamo pressoché nulla sul design finale del device; sicuramente verrà alimentato con un chipset a 5 nanometri (il Kirin 1000 o Kirin 1020), privo di servizi Google ma con le innovative lenti freeform (a forma libera). Non ci resta che attendere maggiori info a riguardo, sperando che arrivino nelle prossime settimane.

Fonte:Weibo