Il Huawei Mate 30 Pro promette di stupire tutti: dopo la rivelazione del modulo fotografico posteriore dalle linee futuristiche, ora arriva la notizia di un design veramente innovativo. A quanto pare, infatti, questo smartphone avrà un design unibody di vetro. A rivelarlo sarebbe stata un’anticipazione proveniente dalle catene di approvvigionamento dell’azienda e da una fonte interna a Huawei.

Mate 30 Pro: la sfida di design

La presentazione ufficiale del Huawei Mate 30 Pro è attesa per l’autunno, ma ora la curiosità su questa ammiraglia diventa davvero tanta. Costruito con un unico corpo integrato, con la curvatura del display che si fonde con la scocca posteriore del telefono, senza raccordi o chiusure metalliche, questo device promette un design dalle linee pulite e assolutamente futuristiche. Una sfida importante per il produttore cinese, visto che realizzare uno smartphone di questo tipo richiede particolari sforzi produttivi.

Ancora da scoprire molti dettagli, ad esempio su come il produttore ovvierà alla presenza di pulsanti, di accensione e volume, che non verranno posti come di consueto sulla cornice laterale dello smartphone, visto che il top di gamma avrà un corpo tutto in vetro. Per evitare la presenza di tasti sulla scocca, la società potrebbe seguire l’approccio sensibile alla pressione. E la ricarica? Qui la risposta è facile e abbastanza ovvia, la ricarica del Huawei Mate 30 Pro sarà esclusivamente wireless.

E ancora: lo slot per l’alloggiamento della SIM? Qui la risposta sembra meno ovvia, ma forse Huawei prevede la sua completa sostituzione con una eSIM. Questo però potrebbe frenarne l’acquisto in molti mercati, compresa l’Italia, dove questa soluzione non è molto diffusa.

I dubbi e le domande sono ancora molte, ma ci sarà sicuramente tempo per trovare le risposte da parte del produttore, o dei prossimi leak, e anche per avere conferme/smentite che questo design futuristico trovi applicazione proprio nella prossima ammiraglia Huawei.

Commenti
Commenti
  1. Ho da 15 giorni il P30 pro.
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
Fonte: CNMO