Huawei si prepara a lanciare sul mercato i nuovi Mate e su internet appaiono alcune immagini leak che mostrano il design della fotocamera posteriore, molto particolare e sofisticato, e del display del prossimo Huawei Mate 30 Pro che il produttore cinese dovrebbe presentare il prossimo autunno, nel mese di ottobre.

Fotocamera posteriore Huawei Mate 30 Pro

Secondo quanto rivelato da precedenti leak, il Mate 30 Pro sarà dotato di un modulo rettangolare sul retro, volto ad ospitare una configurazione quad camera. Tuttavia, un render appena trapelato in rete mostra un modulo rotondo, pur confermando la presenza di quattro sensori fotografici.

Nella foto il pannello posteriore sembra fatto di vetro, il colore del dispositivo è simile all’edizione Emerald Green della serie Huawei Mate 20. Al centro, in alto, c’è un grande ritaglio rotondo con quattro obiettivi della fotocamera e un flash LED, posizionati in una configurazione ad “X”. L’immagine rivela anche che il telefono sarà equipaggiato con l’obiettivo SUMMILUX-H progettato da Leica e offrirà uno zoom ottico 5x. Al momento non vengono fornite ulteriori informazioni circa le configurazioni della fotocamera del Mate 30 Pro.

Huawei Mate 30 Pro fotocamera

Display Huawei Mate 30 Pro

Un’altra immagine leak mostra inoltre il design del display e della parte frontale del telefono. La foto sembra essere stata volutamente sfocata nella parte superiore, dunque non si riesce a capire se il device  presenterà o meno un notch per ospitare la fotocamera selfie o un foro nel display. Il display appare curvo verso i bordi sinistro e destro. La cornice inferiore del telefono appare molto sottile rispetto al modello precedente, dunque il Mate 30 Pro dovrebbe avere uno schermo più alto rispetto al suo precedessore.

Huawei Mate 30 Pro display

Huawei Mate 30 Pro: caratteristiche

Stando ai rumors, la nuova serie Mate 30 sarà alimentata dal chipset Kirin 985 7nm e offrirà il supporto alle reti mobile di ultimissima generazione grazie al modem Balong 5000 5G. Questi telefoni dovrebbero supportare la connettività dual-SIM, dual-standby 5G come l’imminente edizione Mate 20 X 5G.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
    Fonte: Gizmochina