Quando Huawei Mate 20 Pro è stato ufficializzato in Cina, il colosso degli smartphone ha spiegato che il terminale non avrebbe avuto una valutazione ufficiale della fotocamera firmata da DxOMark perché il punteggio – evidentamente comunicato ufficiosamente – era troppo alto. Un atto di bontà dell’azienda nei confronti dei competitor, che non avrebbero potuto battere in nessun modo le perfomance fotografiche del device. Una motivazione che non ha mai convinto troppo e la conferma ufficiale che DxOMark sta testando, proprio in questi giorni, lo smartphone mette ulteriormente in dubbio la questione.

DxOMark: Mate 20 Pro è in test

Nessuna pubblicità ufficiale o post sui social pubblicati con l’intento diretto di affermare l’imminente arrivo del test eseguito su Mate 20 Pro: DxOMark ha rivelato la notizia rispondendo su Twitter a chi chiedeva come mai fra le prove mancasse ancora quella del flagship. Ed in effetti ce lo chiedevamo un po’ tutti, addetti ai lavori e non: che Huawei avesse voluto bene alla concorrenza, evitandogli una fonte di imbarazzo, era una motivazione un po’ complicata da digerire.

Ad ogni modo, per una ragione non meglio identificata, dopo qualche mese dalla presentazione DxOMark sta per svelare finalmente il punteggio che ha deciso di assegnare al top di gamma. Un numero preso parecchio in considerazione dai produttori di smartphone, sempre speranzosi di vedere i loro camera phone svettare la classifica e posizionarsi fra i primi tre.

Per il momento, ed è così da parecchio tempo ormai, il posto di miglior camera phone – secondo DxOMark – è di Huawei P20 Pro con un punteggio di 109. A seguire, c’è iPhone XS Max con 105 punti mentre il terzo posto è conteso da Samsung Galaxy Note 9 e Xiaomi Mi Mix 3, che hanno totalizzato 103.

Quale sarà il giudizio finale di Mate 20 Pro al momento possiamo solo immaginarlo: le nostre prove sullo smartphone hanno rivelato le sue potenzialità come camera phone e siamo abbastanza certi che DxOMark avrà un giudizio altrettanto positivo, resta solo da capire se il device è destinato a cambiare la classifica.

Fonte: Gizmochina