Ho Mobile, operatore virtuale di proprietà di Vodafone, è in costante crescita per quanto concerne il numero di clienti. Sebbene il gestore principale continui a calare nei ricavi, la percentuale di abbandono grazie proprio al suo MVNO è in diminuzione: ciò premia la scelta strategica di dar vita ad un brand parallelo, creando altresì un atterraggio per la propria utenza sulla quale poter lavorare per aumentare il valore aggiunto del singolo cliente.

Ho Mobile: una salvezza per Vodafone

Il tasso di cambio operatore o disdetta da parte degli utenti rispetto al trimestre precedente si è abbassato arrivando al 24,4%. Oltre a questa notizia positiva, Ho Mobile ha incrementato anche il numero dei suoi utenti passando da 1,8 milioni ai 2 milioni registrati al 30 Giugno. Vodafone ha inoltre dichiarato di aver iniziato lo sviluppo della sua offerta con tecnologia FWA, utile laddove ad esempio non c’è copertura in ADSL o Fibra.

Perché scegliere questo virtuale?

Il second brand Vodafone è nato per mantenere invariati i costi mensili delle sue offerte senza però rinunciare ad un servizio di qualità. Ho Mobile utilizza le stesse antenne del gestore principale, anche se la velocità massima raggiungibile è di 30 Mbps o 60 Mbps in download, a seconda del tipo di promozione.

All’utente medio che sceglie questo virtuale interessa avere un costo definito che non muti nel tempo, il blocco di default ad alcuni servizi e la possibilità di avere servizio clienti sempre pronto ad offrire assistenza.

Fonte:MVNO News