Secondo i risultati della classifica annuale dei brevetti concessi negli Usa, stilata dal centro ricerche IFI, grazie a un aumento del 150% delle richieste depositate, Google ha superato Apple piazzandosi al 21° posto con 1151 brevetti, 15 in più rispetto alla società di Cupertino.

Per il ventesimo anno consecutivo, IBM si aggiudica il primo posto. La società coreana Samsung è al secondo posto seguita da Canon, Sony e Panasonic, mentre al sesto c’é Microsoft. L’anno appena trascorso, spiega Mike Bancfroft di IFI, ha visto un record nei brevetti depositati, oltre 253mila, con una crescita dell’11% rispetto al 2011.

“Negli ultimi cinque anni l’appetito del mondo per i brevetti statunitensi è stato insaziabile e anche quest’anno abbiamo visto un nuovo record, con le aziende americane che stanno iniziando a contrastare l’attenzione molto forte che le aziende asiatiche ed europee hanno sempre messo su questo tema”, ha affermarto Bancfroft.