Google Pixel 3 Lite e Lite XL saranno i primi medio di gamma della line-up di smartphone con OS puro lanciati d Big G. La versione più grande fra i due device è comparsa su Geekbench con una scheda tecnica decisamente interessante.

Pixel 3 Lite XL: e tutta questa RAM?

Secondo quello che riporta la nota pittaforma di benchmark, il device raggiungerebbe 1805 punti in single core e 5790 punti in multi core con i test eseguiti il 13 gennaio 2019, quindi appena due giorni fa. Il documento rilascia anche alcune informazioni sul terminale: a bordo ci sarebbe il processore Qualcomm Snapdragon 710, supportato – a sorpresa – da ben 6GB di memoria RAM. Purtroppo non è noto il quantitativo di storage interno, ma difficilmente sarà inferiore ai 64GB.

Un quantitativo di memoria volatile che proprio non ci si aspetterebbe sulla versione Lite di Pixel 3 XL, soprattutto per un dettaglio essenziale: gli attuali flagship di Big G sono equipaggiati con 4GB di RAM. Non solo, fra una critica ed un bug, Google mantiene salda la sua teoria secondo la quale questo quantitativo di memoria volatile è più che sufficiente per supportare un top di gamma in tutte le sue attività.

Ed allora, perché mai la versione mid range dovrebbe avere un quantitativo non pari, addirittura superiore e quello dei flagship? Ovviamente la domanda è senza risposta, soprattutto perché si tratta di un’indiscrezione e non di un dato ufficiale. L’ultima informazione interessante rilasciata dal report di Geebench è relativa al sistema operativo: a bordo di Pixel 3 Lite XL dovrebbe esserci Android Pie, un dato che tutto sommato era abbastanza intuibile.

I device sono largamente attesi dal pubblico, curioso di scoprire dei terminali a metà fra la fascia media e quella top: infatti il comparto fotografico di entrambi i Pixel 3 Lite dovrebbe essere lo stesso presente sui flagship ed anche le linee estetiche dovrebbero differenziarsi, ma non troppo, fra le due line-up.

Fonte: Phonearena