Google Pixel 3 e Pixel 3 XL ricevono l’aggiornamento con le patch di sicurezza di dicembre, ma c’è di più. L’update porta sui terminali una serie di risoluzioni di bug e fra questi dovrebbe esserci anche la soluzione al problema che da settimane attanaglia il funzionamento della RAM del dispositivo.

Applicazioni in background chiuse bruscamente, impossibilità di riprodurre Spotify mentre si compiono altre azioni con lo smartphone e altro ancora. Qualche settimana fa, un gruppo di possessori di Pixel 3 e Pixel 3 XL ha lamentato malfunzionamenti parecchio fastidiosi sui propri device. Tutti i problemi erano evidentemente legati alla gestione della memoria volatile, un’ottimizzazione della RAM paradossalmente talmente elevata da non permettere di utilizzare praticamente nessuna applicazione in background.

Google Pixel 3, l’atteso bug fix è qui

L’affascinante decisione di Google di lasciare 4GB di RAM sui suoi device, facendo affidamento su una gestione della memoria volatile ad alte performance, sembrava aver perso tutto il suo appeal fra gli utenti. Poco tempo dopo ecco che il colosso di Mountain View è corso ai ripari, rilasciando la soluzione al problema insieme alle patch di sicurezza di dicembre.

Il malfunzionamento sembra essere stato individuato proprio nella gestione dei processi in background. Chiaramente, il concetto di ottimizzazione di Google era ben lontano dal chiudere forzatamente qualsiasi processo avviato dall’utente, che non fosse in primo piano sullo schermo. C’era un bug e sembra che ora sia stato eliminato.

Oltre all’importante fix, l’update di dicembre porta sui device Pixel 3 anche altri miglioramenti, che riguardano principalmente il comparto fotografico e l’interazione con la celebre basetta di ricarica Pixel Stand.

Infine, l’aggiornamento dell’ultimo mese dell’anno è arrivato puntuale anche sulle precedenti generazioni di Pixel, portando anche qui diversi bug fix oltre alle patch di sicurezza di dicembre. Ad esempio, Google Pixel e Pixel XL godranno di una migliore gestione dei dispositivi Bluetooth, in particolar modo quelli responsabili dello sblocco automatico del device quando sono nelle vicinanze.

L’aggiornamento è già iniziato ed in fase di rollout: per verificare la sua disponibilità sulle tre generazioni di Google Pixel è sufficiente controllare all’interno delle impostazioni dello smartphone.

Fonte: The Verge