Google ha interrotto le vendite di Pixel 2 e Pixel 2 XL, sostituiti sugli scaffali dalla nuova generazione di smartphone di Big G, i Google Pixel 3 e Pixel 3 XL. E questo anche se la precedente generazione di smartphone continuava a riscuotere un discreto successo da parte di chi puntava ad avere un device Android puro, senza spendere cifre troppo elevate, ma solido e con un comparto fotografico di buon livello, capace di dimostrare che avere il sensore della fotocamera più recente e ad alta risoluzione non è l’unica via per ottenere le migliori foto.

Inizialmente sembrava che la strategia di Google fosse proprio di mantenere in commercio i Google Pixel 2 e Pixel 2 XL come dispositivi entry level. Fino ad oggi, infatti, Big G aveva continuato ad aggiornare i Pixel 2, offrendo anche la possibilità di poter provare la prima beta di Android Q. Ora però ha deciso di interrompere le vendite come appare evidente dalla sezione “Telefoni” del Google Store che un tempo portava alla pagina di prodotto dei Pixel 2 e ora invece rimanda all’elenco dei Pixel 3. Sul Google Store rimane la possibilità di effettuare un confronto con i Pixel 2, ma è scomparso il pulsante “Acquista ora” anche se, ovviamente, su altre piattaforme i Google Pixel 2 e 2 XL sono ancora acquistabili, a volte anche a prezzi scontatissimi, a meno di 300 euro.

Secondo molti, questa mossa di Google lascerebbe presagire l’imminente lancio di nuovi smartphone entry level. Questo ruolo sembra destinato al Google Pixel 3a che, al pari del Samsung Galaxy S10e, potrebbe offrire un modo più economico per ottenere un telefono attuale, anche se con qualche compromesso nelle specifiche.

Per ora non si sa ancora, esattamente, quando il Google Pixel 3a potrebbe effettivamente arrivare sul mercato, ma visto questo improvviso stop nelle vendite dei Pixel 2 e Pixel 2 XL sul Google Store ufficiale, potrebbe non mancare ancora molto. Non resta che aspettare e vedere quale sarà la prossima mossa di Big G.