Google Messaggi, stando all’ultima versione dell’app trapelata da APK Mirror, dovrebbe avere presto la tanto ambita crittografia end-to-end. L’applicazione dell’azienda di Mountain View sfrutta la tecnologia RCS – Rich Communication Service – che altro non è che un’evoluzione dei vecchi SMS. Con tale servizio di messaggistica è possibile, infatti, inviare file multimediali, messaggi vocali, sticker proprio come già visto con altre app.

Il lancio del servizio RCS sull’app Messaggi di Google è iniziato inizialmente in Francia e Gran Bretagna, successivamente negli Stati Uniti, Spagna, Italia, Portogallo, Argentina, Singapore, Pakistan, Polonia e Turchia.

La crittografia end-to-end è molto importante per proteggere le nostre conversazioni e purtroppo questa funzione non è ancora disponibile per l’app di messaggistica di Google come invece già lo è per le più comuni WhatsApp e Telegram. Tuttavia, presto anche Messages potrà godere di questo beneficio.

Arrivo imminente

Grazie ad una build interna dell’app trapelata dal portale 9To5Google, sembra che ci siano 12 righe di codice a cui fanno riferimento alla crittografia end-to-end. Oltre a questa scoperta, dovrebbe esserci anche un’impostazione che permetterà all’utente di abilitare o meno l’accesso ad altre app alle conversazioni personali.

Un’altra feature in arrivo dovrebbe essere la tanto attesa Google Fi, il servizio proprietario che permette di rispondere alle chiamate o ai messaggi su più device.

Fonte:xdadevelopers