A partire da oggi, Google Maps mostrerà una nuova modalità definita “Luoghi accessibili”; attivandola, si potranno vedere in modo evidente le informazioni circa le aree con accessi preposti per chi utilizza le sedie a rotelle. La feature, annunciata lo scorso giovedì da BigG, arriverà gradualmente sia su Android che su iOS.

Google Maps: accessibilità per tutti, in primis

In un post pubblicato da Google sul suo blog, l’azienda spiega a riguardo:

Quando i luoghi accessibili sono attivi, l’icona di una sedia a rotelle indica un ingresso accessibile e sarai in grado di vedere se un posto ha posti a sedere, servizi igienici o parcheggi accessibili. Se viene confermato che un luogo non ha un accesso accessibile, mostreremo anche quelle informazioni su Maps.

La nuova feature progettata da Google è pensata per aiutare gli oltre 130 milioni di utenti su sedia a rotelle in tutto il mondo. Con gli sforzi ottenuti dalle Local Guides, che hanno portato il numero di luoghi accessibili all’interno delle aziende ad oltre 15 milioni, adesso Google sembra essere intenzionata ad aumentare il supporto per aiutare le persone con disabilità motorie a trovare i luoghi che godono di aiuti per chi è sulla sedie a rotelle. Stando a quanto si evince dalla compagnia:

Anche i proprietari dei negozi hanno aiutato, utilizzando Google My Business per aggiungere informazioni relative all’accessibilità sui loro profili aziendali, così da aiutare gli utenti che necessitano di un accesso senza scale a trovarli agevolmente su Google Maps.

Per visualizzare le nuove informazioni per l’accessibilità in Google Maps, bisogna aggiornare l’app all’ultima release; dopodiché si dovrà selezionare la spunta su “Attiva luoghi accessibili” all’interno delle impostazioni dell’applicazione.

Agli utenti iOS Google fornisce la possibilità di reperire facilmente le informazioni sull’accessibilità così come avviene nella versione Android di GMaps. Ancora una volta, il colosso di Mountain View chiede l’aiuto della community al fine di fornire sempre più dettagli e informazioni complete all’interno delle sue applicazioni.

Fonte:Google Maps Help