Secondo quanto riferito, sembra che Google Lens per Android stia implementando la funzionalità di traduzione offline. La nota app standalone del colosso di Mountain View, record di download nello store proprietario, si sta evolvendo sempre più, diventando – di fatto – completa sotto tutti i punti di vista. Inoltre, è gratuita, vi consigliamo di scaricarla ORA: vi cambierà la vita, provare per credere.

Google Lens: la funzione che aspettavate

Dallo scorso anno, BigG ha lavorato per consentire all’app di G-Lens di eseguire traduzioni nel suo strumento di ricerca visiva anche senza l’ausilio di una connessione Internet. Ora, a quanto sembra, pare che stia implementando la funzione di “traduzione offline” su Android.

Basterà aprire il filtro “Traduci” e fare click sulla parola “accoppiamento” sotto “Google Lens” per aprire la schermata “Seleziona lingua“. Al primo avvio, noterete il messaggio “Tocca per scaricare” che evidenzia un nuovo pulsante accanto alla maggior parte delle lingue.

Prima di procedere, Google noterà quanto è grande il language pack offline e quanto spazio di archiviazione vi rimane sul dispositivo. Il segno di spunta viene visualizzato nell’elenco principale una volta completato il download, mentre con un altro tocco si rimuove il file.

Il processo è molto simile a quello della fotocamera “Istantanea” di Google Translate; di fatto, la funzione di Lens offline funzionava anche prima di premere il pulsante di scatto per acquisire un’immagine fissa. I risultati vengono sovrapposti all’anteprima dal vivo per preservare il contesto di ciò che viene tradotto. C’è anche un pulsante per copiare tutto, ma non è possibile selezionare singole righe di testo come quando siete connessi alla rete.

Questa funzionalità sarà particolarmente utile se sarete in viaggio con i dati Internet limitati e/o assenti. L’output tradotto è vicino, mentre i problemi di accuratezza emersi durante i test rapidi sembrano essere più associati ad un riconoscimento del testo impreciso.

Ad ogni modo, la traduzione offline in Lens richiede una versione recente dell’app Google. Tale feature sembra essere stata ampiamente distribuita oggi tramite un aggiornamento lato server su diversi dispositivi; voi l’avete ricevuta?

Fonte:9to5Google