Google ha annunciato ufficialmente l’app Camera Go che consente agli smartphone con Android Go di avere delle feature solitamente presenti solo sui dispositivi più costosi.

Inoltre l’azienda di Mountain View ha fatto sapere che Android (Go edition) ha toccato i 100 milioni di dispositivi attivi in tutto il mondo.

Google: ecco l’app Camera Go

Progettata pensando all’hardware di device di fascia bassa – come il Nokia 1.3 presentato ieri, sui cui verrà presto implementata – l’app Camera Go di big G è in grado di fare qualcosa che gli utenti con budget risicati apprezzeranno particolarmente. Infatti, la nuova tecnologia di Google permette di avere alcune funzionalità che hanno il compito di rendere le foto più belle di quanto si pensi. Tra funzioni contemplate da Camera Go – come dichiara il colosso statunitense – vi è l’utilizzatissima modalità “Ritratto”.

Ma le buone notizie non finiscono qui, dato che la nuova app di Google pensa anche allo spazio di archiviazione disponibile – che nei telefoni entry-level solitamente è risicato -, suggerendo come liberare spazio in modo da conservare le foto e i video che l’utente preferisce.

La nuova app Camera Go di Google ti aiuta a scattare bellissime foto senza preoccuparti della velocità o dello spazio di archiviazione. Ha caratteristiche come la modalità Ritratto per dare alle tue foto un aspetto professionale concentrandoti sul soggetto. È progettato per le persone che usano gli smartphone per la prima volta, quindi ha un’interfaccia pulita e semplice.

Oltre all’avvento di Camera Go, Google ha anche annunciato che sono più di 100 milioni i telefoni che hanno il sistema operativo Android Go, un traguardo che non lascia assolutamente indifferenti e fa riflettere sui nuovi gusti, probabilmente più minimalisti e votati al risparmio economico, delle persone.

Grazie ai nostri partner che hanno reso disponibili oltre 1.600 modelli di dispositivi in ​​oltre 180 paesi, ora ci sono più di 100 milioni di dispositivi Android (Go edition) attivi in ​​tutto il mondo.

Fonte:Google