Nelle scorse ore Gmail è stato irraggiungibile per parecchio tempo. Sono molti gli utenti che hanno riscontrato delle criticità e che non sono riusciti ad accedere al server del clienti di posta elettronica più famoso al mondo. Ovviamente, il bug è stato riscontrato nelle scorse ore in tantissime regioni da un numero “significativo” di utenti. Girovagando nei forum, abbiamo scoperto che anche Stadia ha presentato diversi problemi. Ben due problemi in meno di 48 ore: bene, ma non benissimo.

Gmail: un nuovo errore in meno di 48 ore

Il gigante della tecnologia americano ha affermato che un cospicuo numero di utenti ha riscontrato una serie di errori critici durante l’utilizzo di Gmail poche ore or sono. Sebbene gli utenti potessero accedere alle loro caselle di posta, molti hanno osservato la dicitura “messaggio di errore, latenza elevata e/o o altri comportamenti imprevisti“. Questo è quanto ribadito dall’azienda in un messaggio pubblicato sulla pagina di stato del servizio.

BigG ha poi dichiarato di aver risolto i problemi alle ore 18:51 ET (da noi erano le 00:51). Stando a quanto si osserva dalla pagina di supporto ufficiale, sembra che il primo errore sia stato segnalato alle ore 22:30 di martedì 15 dicembre 2020 (orario italiano). Curioso osservare come tali bug si siano verificati soltanto un giorno dopo che molte app di Google (Gmail, YouTube, Google Docs, etc.) sono state colpite da down generale che ha mandato in panico mezzo mondo.

Downdetector, che monitora i rapporti sui problemi del sito Web, ha mostrato un picco di problemi che hanno avuto un impatto su Gmail a partire dalle 23 circa. Gli utenti hanno riferito di non riuscire ad accedere alle proprie caselle di posta, mentre altri hanno affermato di ricevere messaggi di ritorno quando tentavano di inviare un’email a qualcuno con un indirizzo Gmail. ProtonMail invece, ha affermato che i messaggi inviati ad altre persone aventi una mail di Google “rimbalzavano in modo permanente“, restituendo messaggi di errore al mittente originale.

Leggendo nei forum, si è capito che anche Stadia, il servizio di cloud gaming della società americana, ha riscontrato numerosi bug stanotte, ma non è chiaro se i problemi  fra i due servizi fossero correlati. La compagnia di Mountain View ha affermato che la criticità era contestuale al lancio di alcuni titoli sulla piattaforma di cloud gaming.

In un comunicato scritto ai colleghi di The Verge, Google ha poi ribadito che il problema è stato risolto alle ore verso le 22 e che gli utenti ora “dovrebbero essere in grado di giocare come al solito“. Anche i guasti di Gmail sembrano essere stati sistemati con successo.

Fonte:Google