Alcuni mesi fa ci fu una previsione preoccupante: data la grande somiglianza fra le linee di smartphone Galaxy S e Galaxy Note, Samsung avrebbe potuto decidere di fonderle, eliminando di fatto la seconda. Fortunatamente, sembra che la previsione non sia corretta. Ormai i leak su Galaxy Note 10, che non sarà ufficiale prima della fine dell’estate, sono sempre di più e sempre più dettagliati. L’ultima serie di indiscrezioni riguarda il comparto fotografico principale.

Galaxy Note 10 in edizione con 4 camere?

Così sembra. Potrebbe esserci una variante di Samsung Galaxy Note 10 che avrà – probabilmente – lo stesso comparto fotografico si Galaxy S10 5G. Dunque, 4 sensori fotografici principali di cui uno di tipo 3D ToF. Come anticipato, si tratterebbe solo di una delle versioni del celeberrimo phablet con la penna: già, perché quest’anno – per la prima volta – a distinguere i modelli non ci sarebbero solo le configurazioni di RAM e storage interno. Galaxy Note 10 potrebbe arrivare anche in edizione compact, esattamente come Samsung Galaxy S10e, il più piccolo dei flagship del colosso sud coreano.

Una bella novità, che non si sa come potrebbe essere percepita dal pubblico. Le possibilità sono due: gli utenti potrebbero apprezzare un’edizione più piccola che mantiene la famosa S-Pen oppure non riconoscere la validità di un Note (da sempre famoso per le sue dimensioni generose) in dimensioni ridotte. La riflessione però sorge spontanea: ha ancora senso distinguere un Note da altri smartphone principalmente per le dimensioni dello schermo, ormai identiche a quelle di molti competitor (e non solo) della stessa fascia? La risposta è abbastanza chiara, a differenziare la celeberrima linea di phablet – ormai – non rimane che l’utilissima S-Pen, che ancora è complicata da imitare e mantiene la sua unicità.

Fonte: Slashgear