Rivestiranno sempre maggiore importanza i futuri servizi di localizzazione per terminali mobili. Uno studio della società specializzata Frost & Sullivan ha mostrato, infatti, che in Nord America questo tipo di servizi conosceranno un vero e proprio boom, fino a raggiungere introiti per 850 milioni di Euro nel 2006, rispetto ai 13 milioni attuali. Le applicazioni più importanti saranno quelle basate sull’intrattenimento, sulle transazioni e sull’informazione.

I partecipanti alla nuova catena del valore dovranno giocoforza accordarsi per offrire servizi congiunti dove operatori e fornitori di contenuti avranno a loro disposizione un mercato del tutto inesplorato. Negli USA questo mercato potrebbe essere aiutato dalla nuova legge che obbliga tutti i cellulari alla compatibilità con i servizi E-911 di localizzazione di emergenza, che vorrà dire poter usare la medesima tecnologia anche per veicolare servizi sul telefonino. Importante sarà anche il metodo di pagamento utilizzato dei servizi ed il loro costo, che ne favorirà o meno la diffusione. Il successo dei servizi di localizzazione risiederà nell’abilità degli operatori di adottare strutture flessibili ed introdurre applicazioni di alta qualità, sicure ed adatte ai bisogni dell’utente.