FTTC è solitamente il nome commerciale per indicare la “fibra fino all’armadio” la più diffusa tecnologia di navigazione ad internet presente nel nostro paese.

La sigla deriva dal significato inglese Fiber To The Cabinet e prevede il cablaggio in fibra dalla centrale fino all’armadio stradale. Da quest’ultimo fino all’abitazione del cliente il collegamento avviene tramite doppino in rame. Oggi vedremo insieme le due tipologie di connessione FTTC più comuni.

FTTC: VULA o NGA?

La tecnologia VULA – acronimo di Virtual Unbundled Local Access – è quella che permette di avere una fibra utilizzando le infrastrutture TIM. In pratica uno tra Vodafone, Fastweb, WINDTRE e Tiscali affitta l’utilizzo della tratta dalla centrale fino alle abitazioni finali. La possibilità di questi tre operatori ad avere una linea VULA dipendente avviene attraverso la consegna da parte dell’ex monopolista di un apposito kit.

Le prestazioni di una FTTC in VULA con uno dei 4 gestori citati è uguale alla Fibra Mista Rame venduta da TIM.

La seconda connettività più diffusa è sicuramente la NGA, Next Generation Access. Questa non prevede la stessa possibilità di accesso tramite kit ma l’operatore si ferma su un punto di raccolta dove viene raggruppato tutto il traffico dei propri clienti. Se il vendor in questione ha acquistato abbastanza banda l’esperienza di connessione sarà positiva, viceversa è possibile che ci sia della saturazione. In caso di problematica di questo tipo o guasto bisognerà interfacciarsi con TIM.

La FTTC NGA è sicuramente una possibilità maggiore per un gestore di acquisire clientela visto che può offrire comunque un servizio di internet a casa. Questa nuova tecnologia per l’operatore ha dei costi maggiori rispetto ad una comune VULA ed è per questo che le offerte in NGA sono leggermente più costose.

Quale scegliere?

Diciamo che entrambe possono offrire una velocità in download massima di 200 Mbps e fino a 20 Mbps in upload, il tutto dipende dalle proprie esigenze. Se ad esempio ora state navigando con una ADSL perché magari in zona fino a ieri non era disponibile la Fibra, entrambe le tecnologie viste sinora potrebbero fare al caso vostro. Viceversa, se abitate in una cittadina dove è disponibile la rete FTTH e volete avere alte performance dalla vostra rete, meglio scegliere la fibra di Open Fiber.