I tre leader dell’industria della comunicazione
mobile hanno deciso di unire i propri sforzi nelle creazione di un nuovo progetto
chiamato Wireless Village, che consta nel Mobile Instant Messaging and Presence
(IMPS), per definire un set universale e riconosciuto di specifiche tecniche
per i servizi di messaggistica e per creare una estesa comunità di supporters.

Il servizio sarà utilizzato per scambiare informazioni
su messaggi o localizzazione tramite terminali mobili o servizi mobili basati
su Internet. Il protocollo usato sarà ottimizzato per le specifiche dei terminali
e della rete. L’iniziativa è aperta a chiunque voglia contribuire con le proprie
conoscenze.

L’uso attuale delle chat e di altri servizi di
messaggistica istantanea è limitato dalla mancanza di soluzioni uniche ed interoperabile
nel mondo della comunicazione mobile. I servizi di messaggistica attuali si
stanno sempre più evolvendo verso la multimedialità, i servizi di localizzazione
daranno sempre maggiori notizie riguardo la cerchia di amici e parenti che frequentiamo,
anche senza sentirli direttamente, solo aprendo il nostro cellulare.

La condivisione di file o documenti mentre si è
on line è risaputa sulle reti fisse, su quelle mobili è una conquista da attuare
il prima possibile. L’iniziativa del Wireless Village darà delle specifiche
fisse sull’architettura delle reti, sul protocollo utilizzato e sui servizi
del futuro IMPS. Il servizio darà anche le strutture per testare il sistema
e per avere una completa interoperabilità anche in futuro.

Le specifiche tecniche includeranno gli SMS, gli
MMS, il WAP, il SIP e l’XML. Il servizio includerà inoltre capacità di sicurezza
elevate per il riconoscimento degli utenti, lo scambio di informazioni e il
controllo all’accesso. Il sistema potrà essere applicato sia agli attuali servizi
2G che a quelli 2.5 fino ai futuri servizi di terza generazione.

I tre costruttori intendono rendere pubbliche le
specifiche del Wireless Village entro la fine del 2001, nel frattempo si pubblicizzerà
la capacità di interoperabilità del sistema. Da Nokia si afferma che la costituzione
del Wireless Village porterà enormi benefici agli utenti, proprio perchè i servizi
di instant messaging e di localizzazione saranno basilari nel prossimi futuro
della comunicazione mobile. Anche Ericsson segue Nokia nell’elogiare l’importanza
dell’accordo e nel ribadire che l’uso dei messaggi è ormai diventato così pervasivo
nella vita di tutti i giorni che il Wireless Village non poteva che essere il
passo successivo verso la globalizzazione della comunicazione mobile.