Mai come in questo caso la Protezione Civile italiana è stata tanto sotto stress e per così a lungo: ha bisogno di un caffé, e tu glielo puoi offrire con un simbolico gesto di generosità che ti costa poco e che può valere molto.

L’idea è lanciata da Satispay, il principale sistema di pagamento cashless in Italia: tramite la funzione “Donazioni”, infatti, consente di inviare una piccolissima offerta alla Protezione Civile contribuendo all’immenso lavoro di coordinamento che sta svolgendo in questa difficile fase di contenimento del contagio da Coronavirus.

Satispay per la Protezione Civile

Formalmente si tratta di scaricare l’app di Satispay, attivare il proprio conto e quindi scegliere l’associazione “1 Caffè Onlus – associazione senza scopo di lucro che supporta progetti di assistenza a molte situazioni critiche in Italia” inviando la somma desiderata. Si parte da 1 euro, modica cifra che vale il sacrificio di un caffé, ma si può salire fino al proprio budget mensile preimpostato.

Nel momento in cui pubblichiamo le donazioni tramite Satispay raggiungono ormai la soglia dei 100 mila euro, un ennesimo fondamentale contributo in questa fase di emergenza assoluta:

Se da sempre per Satispay il servizio Donazioni rappresenta un tassello fondamentale della propria identità costruita attorno al forte senso di responsabilità, mai come in questo momento rispecchia il nostro desiderio di contribuire a sostenere il Paese. Lo facciamo raccogliendo fondi per la Protezione Civile che si sta adoperando in ogni modo e su più fronti per affrontare l’emergenza sanitaria dovuta al diffondersi del Coronavirus in Italia. Più che mai in questi giorni abbiamo capito quanto ogni singolo nostro comportamento faccia la differenza. Il fatto che in meno di 24 ore siamo già riusciti a raccogliere oltre 80.000 euro, ci conferma che la nostra community è sempre straordinariamente attenta alle nostre iniziative, e anche in questa occasione non ha mancato di far sentire il proprio gesto

Alberto Dalmasso CEO e co-founder di Satispay