Come se già non bastasse il fatto di doversi confrontare in casa con la più grande azienda produttrice di telefonini, la finlandese Nokia, Benefon ha annunciato che per continuare a sopravvivere avrà bisogno il prima possibile di fondi freschi, per un ammontare di circa 20 milioni di Euro. Con questi soldi la direzione dell’azienda vorrebbe riconsiderare il mercato nel quale adesso opera Benefon, per reindirizzare le priorità verso lo sviluppo di nuove soluzioni e servizi più specifici. È la stessa Benefon ad annunciarlo direttamente sul suo sito Internet.

Per precauzione alla Borsa di Helsinki sono state bloccate le contrattazioni sul titolo Benefon. La seconda società finnica di telefonia mobile si era creata un mercato di nicchia con alcuni prodotti particolari come il Benefon Esc! ed il Twin. L’ultima parte dell’anno, però, ha visto un netto calo delle vendite e da qui le difficoltà economiche della società. Benefon ha comunque affermato che continuerà nella attuale produzione di telefonini, anche dei modelli per il vetusto sistema analogico NMT-450, che ancora è in funzione in Finlandia, almeno fintanto che la domanda per questi cellulari resti di una certa quantità.