È previsto per il 29 novembre il lancio commerciale da parte di Vodafone dei due nuovi servizi SOS Vodafone Ricarica ed SOS Mi Ricarichi?, che aiuteranno i clienti prepagati di questa compagnia telefonica a far fronte a situazioni impreviste, in cui dovessero ritrovarsi con il credito telefonico disponibile esaurito, senza la possibilità di effettuare una ricarica in quel momento.

Con SOS Vodafone Ricarica i clienti di Vodafone potranno infatti ottenere un anticipo di traffico telefonico pari a 2 euro, che saranno restituiti in occasione della prima ricarica, maggiorati di 1 euro come costo del servizio. La ricarica ricevuta potrà essere spesa liberamente dal cliente, ma non modificherà la data di scadenza della SIM Card. Per usufruire del servizio è sufficiente chiamare il numero gratuito 42727 ed essere un cliente iscritto al programma Vodafone One con almeno 50 punti di saldo disponibile. L’erogazione dell’SOS Ricarica può essere richiesta alle medesime condizioni anche dall’estero nei paesi che utilizzano la stringa *123*42727#invio (la chiamata è gratuita).

Il servizio è riservato ai clienti che visualizzano il credito disponibile attraverso i numeri 404 e 414, è possibile richiedere una sola ‘SOS Ricarica’ alla volta, non se ne potranno ottenerne altre fino a quando non sarà stato restituito l’importo di traffico più l’importo del servizio, per un totale di 3 €uro. Ai fini della restituzione valgono sia le ricariche a pagamento che quelle ricevute gratuitamente (con i profili autoricarica) di importo uguale o superiore a 2 euro.

Con il servizio SOS Mi Ricarichi? il cliente Vodafone può richiedere ad un altro cliente Vodafone di trasferirgli una ricarica. È sufficiente digitare la stringa *121*Numero di Telefono# per inviare al destinatario la richiesta tramite un messaggio vocale, alla fine del quale potrà decidere se trasferire una ricarica da 3 euro, oppure una ricarica da 10 euro (il richiedente riceverà tuttavia rispettivamente 2 euro oppure 8 euro). Chiamando il numero breve 42070 il cliente Vodafone potrà impedire di essere oggetto in futuro di richieste di trasferimento di credito tramite questo servizio.