In un comunicato ufficiale emerso sul profilo Twitter di CD Project Red, l’azienda ha spiegato che il gioco di Cyberpunk 2077 sarebbe stato presentato il 19 novembre, posticipato di due mesi rispetto alla data prevista di settembre. Adesso spuntano nuovi dettagli in merito alla vicenda, direttamente dalle parole del VP dello studio di produzione, Michał Nowakowski.

Cyberpunk 2077: DLC e multiplayer rinviati a…?

Secondo l’uomo, anche il contenuto post-release sarà ritardato proporzionalmente; in poche parole anche il rilascio delle espansioni DLC post-release e la modalità multiplayer verranno posticipate conseguentemente al lancio ufficiale del gioco. Tale news è emersa durante una teleconferenza nella giornata di giovedì scorso agli investitori.

Non abbiamo menzionato in modo specifico il numero di DLC (preferiamo chiamarli espansioni in quanto più grandi dei DLC tipici), ma ovviamente il fatto che il lancio di Cyberpunk 2077 sia stato spostato, farà slittare proporzionalmente il rilascio di tali potenziali espansioni. Non abbiamo fatto alcun annuncio specifico su quando saranno pianificate le suddette, ma dal momento che queste sono effettivamente in fase di sviluppo – e non essendo prodotti da aver conservati nel cassetto – prima o poi dovranno esser lanciati.

Il multiplayer, in modo simile alle espansioni, sarà ritardato proporzionalmente, sebbene però tale modalità risulti essere ancora un po ‘più distante; è comunque una questione di futuro”

La compagnia polacca aveva anche affermato in precedenza che il multiplayer di Cyberpunk 2077 non sarebbe arrivato prima del 2022, mentre le espansioni di gioco sarebbero state pronte prima dell’uscita del gioco, come accaduto con The Witcher 3: Wild Hunt. Inoltre l’azienda ha confermato che il gioco avrà tante espansioni quante ne ha avute l’altro titolo dello studio; il gioco di fantascienza RPG riceverà tanti contenuti extra quanti ne ha avuti The Witcher; parliamo di 16 DLC e due espansioni di storie complete.

Nowakowski ha comunque ribadito nella sua riunione con gli investitori giovedì scorso, che non passerà molto tempo prima che arrivino i nuovi piani contestuali alla roadmap distributiva dei contenuti extra.

In termini di numero di espansioni pianificate dopo CP, non assumerei nulla fino a quando non avremo effettivamente annunciato quel numero: dovrai essere un po’ più paziente; quella notizia arriverà ad un certo punto, probabilmente non troppo lontano da ora, ma questo fa parte della nostra campagna di marketing per rivelarlo ad un certo punto.

Il presidente di CD Project Red Adam Kiciński ha poi aggiunto:

Il ritardo non cambia i piani riguardanti ulteriori contenuti; forse le date, ma non il numero di espansioni pianificate. E dire “aspettati non meno” è una parola in codice per “potresti aspettarti un po ‘di più”.

All’interno della stessa telefonata, lo sviluppatore ha dichiarato che intende rilasciare “la versione relativa alle console next-gen corretta e completa” di Cyberpunk 2077 nel 2021, gratuitamente per i possessori di PS4 e di Xbox One. Appuntamento al 25 giugno per un nuovo sguardo sul gameplay e sulla trama di Night City Wire.

Fonte:Videogameschronicle