Non se ne può più di vedere sui social network alternarsi post d’interesse e post – molto spesso sponsorizzati – che mostrano in vendita mascherine e disinfettanti, spesso fra l’altro di una tipologia completamente inutile, offerti a prezzi esorbitanti. Se a questo aggiungiamo i post contenenti palesi fake news a tema Coronavirus, allora fare un giro sui social diventa un vero incubo.

Se da un lato le piattaforme sono a lavoro per bloccare questo genere di contenuti con l’ausilio dell’intelligenza artificiale, dall’altro è evidente che lo sforzo profuso non basta: a questo punto, possiamo pensare di essere noi direttamente a dare una mano, segnalando e bloccando post il cui contenuto non merita di essere pubblicato. Vi spieghiamo come fare su Facebook e Instagram.

Fake news e truffe: come eliminarle

Facebook e Instagram sono le piattaforme utilizzate maggiormente in questi giorni, unitamente a Twitter, che però pare più immune alla presenza di truffe e fake news. Sia che siate utenti di una o dell’altra piattaforma, sia che le utilizziate entrambe, ecco come aiutare ad arginare il fenomeno.

Facebook: come segnalare un post

Se scorrendo la vostra bacheca doveste imbattervi in un post dove vi invitano a comprare mascherine o disinfettanti a prezzi esorbitanti sappiate che c’è un modo per segnalare a Facebook la sua esistenza, così che la piattaforma possa intervenire per bloccarne definitivamente la diffusione. Quando un contenuto di questo genere compare sulla sulla vostra bacheca tutto quello che dovrete fare è:

  • cliccare sui tre puntini verticali posizionati nella parte alta del post, a destra;
  • scegliere “Trova assistenza o segnala un post”;

  • a questo punto, ci sarà una schermata all’interno della quale bisognerà scegliere il motivo della segnalazione (molto spesso “vendita non autorizzate” è la scelta più corretta, ma anche “notizia falsa”, dipende da cosa state segnalando);
  •  a questo punto, la segnalazione verrà inoltrata al team di Facebook e vi verrà chiesto cosa fare con l’autore del post (se bloccarlo oppure no);
  • potrebbero volerci alcuni giorni, ma solitamente chi segnala riceve successivamente una notifica che spiega qual è stato il risultato della segnalazione.

La guida può essere utilizzata anche per segnalare fake news, non solo a tema Coronavirus: si tratta di uno strumento fondamentale per rendere Facebook un posto (virtuale) più vivibile.

Instagram: come segnalare un post

Su Instagram, che è sempre di proprietà di Facebook, gli step per segnalare una truffa o una fake news sono praticamente identici:

  • Dovrete cliccare sui tre puntini in alto a destra e poi scegliere “segnala inserzione”.

  • Successivamente, bisognerà scegliere perché state segnalando l’inserzione ( se di un’inserzione si tratta).

  • nel caso in cui non si tratti di un’inserzione, ma di un semplice post, avrete meno scelta, ma potrete comunque segnalare

Dunque, ora avete gli strumenti necessari e – purtroppo – il tempo per fare un po’ di pulizia sui social network in questi giorni non manca: non vi resta che contribuire a bloccare un po’ di notizie false e truffe, legate al nuovo Coronavirus e non solo. Infine, se quello che vi dà noia non sono atteggiamenti illeciti, ma le continue lamentele di qualcuno dei vostri contatti, silenziatelo per una trentina di giorni.