Un semplice messaggio di vicinanza, ma un messaggio doveroso per la delicata situazione che la Cina sta vivendo in queste settimane: Tim Cook, numero uno di Apple, ha portato su Weibo (uno dei principali riferimenti social oltre la Grande Muraglia) un saluto agli utenti cinesi scrivendo dal proprio iPhone 11 Pro Max:

Tim Cook su Weibo

Il messaggio esprime semplicemente una promessa: Apple avrà massima attenzione per la salute dei propri dipendenti in Cina, che in queste ore stanno poco alla volta tornando sul posto di lavoro. Apple ha promesso inoltre di raddoppiare le proprie donazioni per supportare tanto i bisogni immediati quanto le necessità di lungo periodo che la Cina sta esprimendo in queste ore.

We are with you” come saluto conclusivo, parole dal tono ben differente rispetto a quelle che Donald Trump ha tenuto in tutti questi mesi. La ragione di mercato va oltre la ragione di Stato, soprattutto ora che il Coronavirus ha umanizzato l’interpretazione del contesto ed ha reso il mondo ancor più piccolo attorno allo stesso problema globale. Apple, proprio a seguito dei problemi vissuti in Cina, ha comunicato che i dati trimestrali non saranno all’altezza delle aspettative. Per uscirne, però, bisognerà fare fronte comune: Tim Cook promette aiuti alla Cina e dalla Cina è certo di trovare un aiuto per Apple.