‘Siamo convinti che l'Italia abbia una posizione
strategica determinante nel Mediterraneo, che secondo i più grandi esperti
economici sarà l'area a più alto tasso di sviluppo al mondo nei
prossimi anni'.

È quanto ha dichiarato il presidente e amministratore
delegato di Telecom Italia, Roberto Colaninno nel corso della presentazione
del progetto Sportello Integrato, che si è tradotta nell'occasione per
parlare delle strategie di sviluppo di Telecom Italia nel Sud del nostro paese.

Ricordando la promessa di Telecom Italia di duemila
nuovi posti di lavoro nei prossimi due anni e mezzo nel Mezzogiorno, Colaninno
ha ricordato la creazione in Basilicata di un centro sperimentale per lo sviluppo
delle nuove tecnologie Internet, non solo su ADSL, ma relativa a tutte le tecnologie
XDSL, l'apertura di call center in Sicilia e Calabria, il gemellaggio dell'Università
di Catania con la nuova Università di Ivrea, che punterà molto
sul settore delle telecomunicazioni