Secondo una recente ricerca di mercato in Svezia,
gli utenti si sono detti favorevoli ad eventuali campagne di marketing che avvenissero
tramite SMS personalizzati. Lo studio, effettuato dalle società inglesi Netsurvey
e Mediatude, si è basata su 5000 possessori di cellulare ed è durata 2 mesi.

Il messaggio pubblicitario veniva recapitato congiuntamente
ad una notizia di cronaca o di sporto. Ben il 76% del campione ha affermato
che il valore delle informazioni ricevute era abbastanza elevato, pur se corredate
di pubblicità. Solo il 17% ha detto che gli SMS ricevuti erano intrusivi. La
pubblicità via SMS è vista come una ottima possibilità di guadagno per le aziende,
oltretutto adesso come adesso, è l’unica vera proposta pubblicitaria capace
di raggiungere il grande pubblico degli utilizzatori di cellulare, visto che
le campagne via WAP, per i limiti del supporto utilizzato, non hanno avuto il
successo sperato.

Inoltre le pubblicità via SMS riescono ad essere
molto specifiche, quasi personali, il sogno di ogni pubblicitario. Insomma gli
SMS sembrano destinati ad essere una delle maggiori fonti di guadagno per gli
operatori, messi alle corde dai costi delle licenze di terza generazione. L’importante,
secondo tutti gli analisti di mercato, è che le informazioni unite alla pubblicità,
non sfocino nello spamming, altrimenti si avrebbe l’effetto contrario.