Continua lo stretto giro di vite imposto ai ladri di telefonini nel Regno Unito. A seguito dell’avvio della black list comune tra i vari gestori, sono stati bloccati ben 440 mila numeri IMEI di altrettanti cellulari, in modo tale da renderli inutilizzabili nel Regno Unito. Il Governo britannico ha lanciato una campagna pubblicitaria dove viene annunciata l’apertura di un apposito numero telefonico congiunto dove denunciare il furto del proprio telefonino per farlo bloccare. In questo modo si spera di ridurre i furti di cellulari, che hanno raggiunto livelli record nel Regno Unito, sfiorando nel 2001 i 700 mila casi.

Nel frattempo la polizia sta procedendo all’arresto delle prime persone scoperte a falsificare e cambiare il numero IMEI di cellulari rubati, secondo la nuova legge da poco in vigore. La riprogrammazione di un telefonino, sebbene sia abbastanza semplice, è adesso punita con una multa salatissima e fino a cinque anni di prigione.