Se i dati fiscali relativi al secondo trimestre del 2013, con una perdita di 965 milioni di dollari, avevano disegnato un quadro decisamente infelice per BlackBerry, a farli sembrare quasi “bruscolini” ci pensano i 4.4 miliardi di dollari di perdita che la società canadese ha registrato nel terzo trimestre.

Ad aggravare ulteriormente la situazione è il fatturato che scende da 1.6 miliardi di dollari ad 1.2 miliardi. Nel trimestre in esame, BlackBerry ha venduto 1.9 milioni di smartphone, circa la metà di quelli spediti nel trimestre precedente.

“BlackBerry ha stabilito una chiara tabella di marcia che permetterà di indirizzarla ad un ritorno al miglioramento della performance finanziaria nel prossimo anno”, ha affermato John Chen, CEO e Presidente di BlackBerry aggiungendo che l’attuale compito più impegnativo è quello di indirizzarsi ad un “modello di business più redditizio.”

BlackBerry ha annunciato un nuovo accordo quinquennale con la Foxconn per lo sviluppo
congiunto e la produzione di smartphon inizialmente destinati all''Indonesia e ad altri mercati emergenti che arriveranno nel corso dei primi mesi del 2014.