Apple ha recentemente rilasciato Apple Watch Series 6, unitamente al gadget economico Watch SE. Una delle features più acclamate del nuovo orologio smart del colosso di Cupertino è proprio il sensore SpO2, utile per la misurazione del livello di ossigeno nel sangue dell’utente. Tuttavia, secondo un giornalista del Washington Post, questa funzionalità è “pressoché inutile”.

Apple Watch Series 6: facciamo chiarezza

La critica di Geoffrey Fowler del WP appare forse un po’ dura, considerato che Apple ha informato gli utenti che il sensore può fornire un eventuale aiuto al supporto medico, da non confondere con “è un dispositivo medico”; secondo l’uomo invece, l’ossimetro del nuovo Watch non ha praticamente senso di esistere. Fowler segnala che le letture fatte dal dispositivo indossabile appaiono in conflitto quando si utilizza l’app per la misurazione del livello dell’ossigeno nel sangue. Testualmente, egli ha detto:

A volte il nuovo Apple Watch Series 6 riporta che i miei polmoni e il mio cuore sono l’immagine della salute, pompando sangue saturo al 100% di ossigeno. Altre volte, riporta che l’ossigeno nel sangue è così basso che potrei soffrire di enfisema. (Sono sano come un pesce). Nel corso di diversi giorni di confronto tra le misurazioni del mio secondo Apple Watch e il mio ossimetro da dito approvato dalla FDA, le letture di Apple molto spesso differiscono di due o tre punti percentuali, sebbene a volte siano anche esattamente corrispondenti, e talvolta fino a sette punti percentuali inferiori.

L’uomo ha anche aggiunto che alcuni problemi potrebbero essere legati al cinturino Solo Loop; il motivo? Semplice, in alcuni casi, il cinturino appare troppo stretto al polso degli utenti. Per tale motivo, questo fastidio porterebbe a deviazioni nei risultati della misurazione del livello dell’ossigeno. Questa pratica apre poi le porte ad un altro problema accorso recentemente per i clienti Apple; sembra infatti che, per restituire un cinturino sbagliato si debba inviare ad Apple tutto il gadget, cassa dell’orologio compresa. Questo comporta ritardi biblici e disagi non da poco. Tuttavia, secondo le ultime notizie, la politica di reso sembra essere cambiata, ma occorre ancora verificare al cento per cento.

Ricordiamo che Apple Watch Series 6 non è un dispositivo medico; sebbene possa aiutare l’utente a saperne di più sul proprio corpo grazie al monitoraggio della frequenza cardiaca, al sensore SpO2 o alla possibilità di fare un ECG, occorre SEMPRE rivolgersi al proprio medico di base. A sostegno di ciò, Oliver Haslam di iMore ha scritto:

Trovo difficile credere che qualcuno stia allacciando un Apple Watch al polso e si aspetti di ottenere lo stesso tipo di letture che ottengono da un chip approvato dalla FDA. Sono d’accordo con questo articolo del WP sul fatto che Apple Watch Series 6 e il dispositivo Fitbit non sono accurati come un dispositivo montato su un dito. Ma definirlo “per lo più inutile” è un discorso folle. È perfettamente utile se viene utilizzato nel modo in cui dovrebbe essere utilizzato. Ovvero, come visione olistica della salute e del benessere generale. Non aspettarti che ti dica se stai avendo una sorta di emergenza medica. Apple infatti, non afferma che lo farà.

Nonostante queste parole di elogio e di difesa da parte di Haslam, l’Apple Watch 6 Series non è adatto per misurazioni del livello di ossigeno o per monitoraggio della salute dei polmoni. Qualunque sia il valore che stai ottenendo è molto probabilmente non veritiero. Secondo Fowler, la deviazione è compresa tra il 3% e il 7%. Ad ogni modo, questa è la prima volta che Apple inserisce una simile feature, pertanto qualche “errore di gioventù” appare più che lecito.

Fonte:Gizchina