Apple ha annunciato che intende sostenere che deve affrontare la concorrenza nel mercato dei videogiochi nella sua battaglia legale contro Epic. La società afferma di avere concorrenza nel mercato delle transazioni di games da mobile.

Apple non vuole mollare contro Epic

Per chi non lo sapesse, il gigante di Cupertino sta affrontando una grande disputa legale contro l’editore di videogiochi francese da diversi mesi (dall’estate scorsa a dire il vero), che ha presentato un’accusa antitrust contro l’azienda.

Lo studio dietro Fortnite ha citato in giudizio il produttore di iPhone per la commissione dal 15 al 30 percento che quest’ultimo addebita per l’uso dei suoi sistemi di pagamento in app. Il costruttore ha anche sottolineato le pratiche di lunga data di Apple di esercitare il controllo completo sulla decisione di quali app possono essere installate sui suoi dispositivi, il che implica un comportamento anticoncorrenziale.

L’anno scorso, quando Epic ha lanciato un sistema di pagamento in app che aggirava la commissione di Apple, quest’ultima ha rimosso Fortnite dal suo App Store. Al momento, il caso dovrebbe essere ascoltato a Oakland, in California, negli Stati Uniti, nel maggio 2021. La compagnia francese inoltre, ha costruito il suo successo intorno alla base di un miliardo di utenti di clienti iPhone, che rappresenta un mercato distinto per gli sviluppatori di software, secondo un rapporto di Reuters . Quindi, la società afferma che Apple sta abusando della sua posizione per costringere gli sviluppatori a pagare commissioni sulle transazioni.

In un deposito che Apple intende fare, l’azienda di Cupertino afferma che il mercato appropriato per analizzare il caso è da ricercare nel settore delle transazioni all’interno del mondo videoludico per console. In altre parole, sostiene che piattaforme come le console di gioco Nintendo e Microsoft Xbox limitano i giochi introducendo i pagamenti in-game che possono essere eseguite su di esse e addebitano quindi una commissione.

La vicenda diventa sempre più complessa quindi rimanete sintonizzati per ulteriori informazioni, poiché forniremo aggiornamenti non appena saranno disponibili.

Fonte:Reuters