Secondo quanto si apprende in queste ore, sembra che Apple stia rischiando una multa di 12 milioni di dollari in Russia per abuso di mercato delle app. Di fatto, pare che la Russia sta per sanzionare il gigante di Cupertino con una tassa decisamente molto salata per aver presumibilmente abusato del dominio del suo app store mobile nel mercato locale. Questo segna un altro caso in cui il marchio deve affrontare delle grane per il suo app store.

Anche la Russia sanziona Apple: che succede?

Secondo un rapporto di MoneyControl, il Federal Antimonopoly Service (FAS) ha dichiarato all’inizio di questa settimana che la distribuzione di app del gigante di Cupertino attraverso il suo sistema operativo iOS ha dato ai propri prodotti un vantaggio competitivo maggiore. Apple ha risposto a queste accuse e ha affermato di essere “rispettosamente in disaccordo” con la sentenza dell’agenziA e ha dichiarato che avrebbe presentato ricorso. Negli ultimi mesi, i giganti della tecnologia occidentale sono stati sottoposti a un crescente controllo nella regione, con Twitter che ha anche dovuto affrontare pressioni dopo aver fallito nell’eliminazione di determinati contenuti online.

Allo stesso modo, anche Facebook, Google e persino TikTok hanno dovuto affrontare una crescente pressione da parte del governo russo. In una dichiarazione, il FAS ha annunciato una multa di 906,3 milioni di rubli (circa 12,1 milioni di dollari USA) ad Apple per aver violato la legislazione russa contro il monopolio. Già nel 2020, l’agenzia aveva scoperto che la società aveva abusato della sua posizione dominante e quindi aveva emesso una direttiva che le prevedeva di rimuovere le disposizioni e che le consentivano il diritto di rifiutare app di terze parti dal suo App Store.

Il trasferimento dell’agenzia arriva dopo un reclamo da parte della nota azienda di sicurezza informatica Kaspersky Lab, che ha affermato che una nuova versione della sua app Safe Kids è stata rifiutata dal sistema operativo Apple. In risposta a ciò, il produttore di iPhone ha affermato di aver “collaborato con Kaspersky per rendere la propria app conforme alle regole messe in atto per proteggere i bambini. Ora hanno 13 app sull’App Store e abbiamo elaborato centinaia di aggiornamenti per loro “.

Fonte:MoneyControl