L’indiscrezione è durata poco: Apple non intende (ancora) porsi come operatore mobile virtuale. Lo ha riferito alla CNBC, che su Twitter ha pubblicato la smentita della società di Cupertino arrivata poche ore dopo che la notizia, divulgata da Business Insider, aveva iniziato a girare in rete. “Apple afferma che non ha discusso e non sta programmando un servizio cellulare MVNO in seguito alle indiscrezioni che dicevano che stava pianificando di farlo”.

BREAKING: Apple says it has not discussed & is not planning MVNO cellular service following reports saying it was planning on doing that.

— CNBC Now (@CNBCnow) 4 Agosto 2015

Il rapporto segnalava che l’azienda di Cupertino sarebbe stata interessata a sviluppare un proprio servizio di rete, sulla falsa riga di Google Project Fi, appoggiandosi alle infrastrutture di altri operatori locali, come Sprint, Verizon e T-Mobile. Certo, non sarebbe stata una mossa strana per Apple, che, comunque, cerca sempre di avere più indipendenza possibile nello sviluppo dei propri prodotti.

In ogni caso, Apple potrebbe creare l’esperienza mobile indipendente per iPhone e iPad. Nonostante la smentita ufficiale, non è insomma da escludere che la dirigenza di Cupertino possa valutare tale ipotesi in un prossimo futuro, applicando prezzi e servizi più aggressivi rispetto a quelli attualmente sul mercato. Apple ha già creato una propria SIM virtuale, che permette di scegliere i vari piani tariffari direttamente da iPad che, al momento, non è disponibile in Italia.