Quando si tratta di innovazione nel settore, Apple è sempre stata in cima alla lista. Secondo le ultime voci di corridoio, il colosso di Cupertino da tempo sta sviluppando un paio di occhiali intelligenti. In effetti, in passato l’azienda ha richiesto molti brevetti per i famigerati “Apple Glass“. Ora, secondo un recente rapporto, l’ultimo patent pubblicato dalla compagnia, mostra una serie di novità di cui il prodotto sarà dotato. Fra tutti, si nota l’array di microfoni per la rilevazione della posizione del suono e un sistema di pulitura automatico delle lenti.

Apple Glass: le funzioni che non ti aspetti (BREVETTI)

Secondo quanto si legge, la parte anteriore dei famosi Apple Glass potrebbe disporre di una serie di microfoni. Questi sensori serviranno per ascoltare i suoni da diverse direzioni, in modo che si possa localizzare la sorgente sonora sul dispositivo di visualizzazione montato sulla testa. Il brevetto non specifica l’applicazione specifica di questa feature. Tuttavia, secondo i documenti emersi, pare che i microfoni potrebbero associarsi agli Apple Tag per il ritrovamento degli oggetti.

Il secondo patent riguarda un meccanismo per la pulizia automatica delle lenti in vetro degli Apple Glass. Secondo la descrizione, il gadget utilizzerà una vibrazione meccanica per rimuovere la polvere e gli altri detriti dalla superficie dell’obiettivo del display. Proprio di recente, la compagnia di Tim Cook ha affermato che sui dispositivi di visualizzazione ad alta risoluzione, i corpi estranei hanno un grande impatto sull’ottica presente a bordo. Inoltre, la polvere sulla superficie corroderà l’obiettivo con il passare del tempo. Ad ogni modo, si vocifera che gli Apple Glass siano attualmente nella seconda fase di ricerca e sviluppo.

Sfortunatamente, tutte queste fantastiche funzionalità non sono altro che brevetti tecnici e non applicazioni viste nel mondo reale. È importante notare che la pubblicazione di un patent non significa che il dispositivo sia pronto per la produzione. In effetti, la maggior parte di questi documenti non vede mai la luce. Pertanto, vi consigliamo di prendere il tutto “con un pizzico di sale“.

Fonte:Apple Insider