Secondo quanto si evince in rete in queste ore, Apple potrebbe collaborare con Samsung per la creazione di un nuovo obiettivo periscopico da inserire all’interno della prossima line-up di iPhone 13 del 2021.

I nuovi iPhone 13 avranno funzionalità ereditate dai Samsung Galaxy?

Di fatto, sono passate diverse settimane da quando il colosso di Cupertino ha lanciato la nuova serie di iPhone 12 sul mercato e ora è già tempo di cominciare a parlare di iPhone 13. Di fatto, hanno iniziato ad uscire le prime indiscrezioni a riguardo proprio in questi giorni. Il primo leak che vi riportiamo, cita addirittura il rivale per eccellenza di Apple, Samsung. Stando a quanto si evince, la compagnia sudcoreana potrebbe cooperare con l’azienda rivale per la creazione di un inedito modulo fotografico periscopico da inserire nei melafonini del 2021. Questo è quanto si legge nel rapporto pubblicato dal DigiTimes e osservato da Sina. Lo scopo di Apple è chiaro, dunque: rafforzare il comparto foto dei nuovi prodotti, magari dotandoli della possibilità di effettuare zoom a 100X. 

Al momento, diversi telefoni di punta presenti in commercio sono dotati di una lente periscopica che rende più complete le funzionalità a bordo. Citiamo a tal proposito il Samsung Galaxy S20 Ultra o Note20 Ultra, il Huawei P40 Pro, il Vivo X50, l’OPPO Find X2 Pro, il Mate 40 di Huawei e altri ancora.

Ad oggi non ci sono indicazioni circa il raggiungimento di un accordo da parte delle due società. Anche se queste decideranno di collaborare, non sappiamo se i nuovi iPhone 13 disporranno di tale features o se, questa, sarà contestuale a qualche modello futuro.

Un altro punto interessante da menzionare è relativo alla recente acquisizione di Corephotonis da parte di Samsung. Questa società infatti, ha sviluppato la tecnologia zoom per smartphone. Cosa curiosa è che l’azienda con sede in Israele aveva citato in giudizio Samsung e Apple per violazione di brevetto sulla tecnologia dello zoom con teleobiettivo, ma poiché ora è stata acquisita da Samsung, lo scenario cambia drasticamente. L’azienda coreana ora detiene i brevetti e Apple dovrà necessariamente unire le forze per ottenere così il diritto di utilizzo sui suoi prodotti. Non vorremmo dirlo due volte, ma sembra uno “scacco matto” in piena regola…

Fonte:Sina Tech