In una particolare sezione Apple App Store si può osservare un’intera categoria di applicazioni da scaricare in questo lungo periodo di quarantena dettata dall’emergenza sanitaria mondiale attualmente in corso. Dai software per l’apprendimento, a quelli per lo svago o per rimanere sempre aggiornati sui principali quotidiani online, gli utenti non possono di certo lamentare una carenza di app disponibili al download.

Le migliori app consigliate da Apple

Con i Governi che hanno disposto la chiusura totale dei negozi e di tutte le attività non indispensabili e con i Decreti nazionali che vietano gli spostamenti non necessari al di fuori delle proprie abitazioni, sempre più cittadini passano del tempo chiusi in casa.

Le attività però non sembrano fermarsi; di fatto le Università hanno istituito le lezioni telematiche, le lauree stanno avvenendo mediante teleconferenze fra gruppi speciali di docenti e gli studenti dalle loro postazioni casalinghe. Nella sezione ‘Impara e studia da casa’, Apple consiglia Schoolwork, Microsoft Teams, Google Classroom, e molte altre app che possono aiutare l’apprendimento scolastico o universitario dei giovani.

Anche il lavoro si è trasformato – per quanto possibile – diventando sempre più smart, grazie anche ad app utili per lo scopo, con le quali si sono potuti mantenere contatti diretti con il proprio team e con i responsabili; ma ancora, grazie ad applicazioni indispensabili per la gestione del workflow, come Slack, Trello, Google Calendar, Crew e Join.Me,  la produttività di molti professionisti ed aziende è rimasta intaccata.

Cambia però anche il modo di interagire con i propri cari: Skype per device mobili, FaceTime, Whatsapp Messenger, o le videochiamate con i filtri AR divertenti da effettuare su Facebook Messenger. Molti utenti invece, preferiscono fare delle “live” sui propri social preferiti, come Instagram, Facebook, YouTube o Twitch.

Il periodo di quarantena tuttavia, non deve essere visto necessariamente come un ostacolo alla propria formazione. Si può utilizzare il tempo che si ha per sé, per leggere un libro che da tempo è sulla mensola a prendere polvere, oppure in libreria digitale – in formato eBook – su Kindle, iBooks. Ma ancora, si può studiare una nuova lingua su Duolinguo, si possono fare divertenti puzzle digitali, o imparare a suonare uno strumento digitale con GarageBand.

Apple consiglia infine, una lunga lista di app scaricabili per rimanere sempre aggiornati: LaRepubblica+, ilCorriere, ma anche Topolino, se si volesse passare un po’ di tempo leggendo i fumetti Disney più famosi di sempre, magari proprio, per ricordare le avventure avvenute durante d’infanzia, o per far conoscere ai propri figli le avventure dei topi e dei paperi più famosi di sempre.

Fra giochi, app per la formazione, software per il lavoro creativo, per gli uffici, per lo svago o per il divertimento, fra Call of Duty Mobile e Prime Video, ce n’è per tutti i gusti. Non sprechiamo il tempo in casa, ma impieghiamolo al meglio per concederci ’un momento’ solo per noi stessi, in una società che finora, correva a ritmi fin troppo forsennati.

Forse questa ‘lockdown’ (come la chiamano in America) potrà essere l’occasione per studiare una materia mai esplorata finora, o per scrivere e realizzare il progetto della propria vita da attuare quando tutto questo sarà finito; forse passeremo tutto il tempo davanti FaceTime con la persona amata, mangiando patatine incollati su Netflix. Qualunque sia il vostro modo di impiegare il tempo, fatelo sapientemente. L’importante è #restareacasa, e anche le più grandi aziende, pur di arginare questo terribile Coronavirus, hanno interrotto i flussi lavorativi per salvaguardare la salute dei propri dipendenti. Se possono fermarsi loro, si possono fermare tutti. Per una giusta casa, ora più che mai, #iorestoacasa.

Fonte:Apple