Nelle versioni dedicate agli sviluppatori di Android 11, gli utenti hanno confuso per molto tempo l’icona che Google ha inserito all’interno del pannello della connettività; di fatto con 5Ge il sistema fa riferimento alla rete 4G LTE advanced (Detta anche pre-5G), piuttosto che alla rete 5G.

Android 11 e le classificazioni sulle reti

Google ha aggiornato la sua pagina relativa alle API Overview di Android 11 e adesso si può distinguere chiaramente se il device si collega ad una rete 4G o ad una 5G. Tuttavia la nuova classificazione effettuata dal colosso di Mountain View ha comportato un po’ di confusione a riguardo.

Da una parte infatti si troverà il semplice 4G denominato LTE: semplice, chiaro e diretto, giusto? Con LTE+ si intende un 4G con un aggregazione del provider (pensiamo al 4.5G di WINDTRE, ad esempio, o di Vodafone).

Il 5G verrà suddiviso in 5Ge (ovvero, il pre-5G, o per meglio dire, un LTE Advanced Pro), 5G (NR, con banda sub-6 GHz) ed infine un 5G+, basato su bande cellulari aventi le onde millimetriche.

Il problema del 5Ge è ciò che ha generato più confusione per gli utenti; considerato che i primi tempi troveremo molto utilizzata tale dicitura, non bisognerà confonderla con l’effettiva connettività 5G che non ha niente a che vedere, di fatto, con questa. Di fatto, si parla di un successore, una variante “Plus (se così possiamo definirla) del 4G LTE, basata su bande di frequenza del tutto diverse da quelle del nuovo standard.

Per intenderci, il 5G supportato sarà solo di due tipi:

  • il classico 5G che sarà quello più comune e ampiamente utilizzato, dotato di una copertura eccellente ma con velocità del tutto similari a quelle del 4G LTE+;
  • il 5G+, che sfruttrà le onde millimetriche mmWave e permetterà di godere di velocità in download e upload incredibili. Di contro però, sarà più soggetto alle interferenze di qualsiasi natura.
Fonte:ITHome